18.1 – Il locale che manca a Firenze ( ed infatti non è a Firenze)
Autore: Obsession | Data di Pubblicazione: 7 Mar, 2013 Ora: 05:15 PM | Categoria: After Dinner, Discoteche e Club, Locali | Leggi i Commenti

18_1_4jpg

Sembra sempre così difficile, quando si parla di “trovare l’idea giusta “ per aprire un locale, creare una serata,  farsi un nome ed un’identità nel mondo della notte. Molto spesso, si esclude l’idea banale: ovvero, un locale, carino , ben organizzato, con una selezione musicale gradevole ma non invasiva, con uno spazio per ballare, un privè ed uno spazio fumatori adeguato. Questa fiera di banalità costituisce un mix di partenza formidabile per il successo di un locale. Elementi importanti poi sono senz’altro il parcheggio, la calca all’ingresso, l’areazione del locale, la sensazione troppi/pochi/troppo pochi/troppo troppi in merito alla capienza del locale.

18_1_2Del 18.1 avrete sentito parlare, se non altro per il nome curioso , la cui spiegazione viene data direttamente dal locale: “E’ un semplice gioco. I numeri si associano alle lettere dell’alfabeto: la T. (diciottesima lettera) e la A. (prima lettera dell’alfabeto) quale sintesi e abbreviazione della parola TI AMO.”   Hai visto a loro.

Il 18.1 si trova tra Pistoia e Monsummano, e deve la sua fortuna anche all’invenzione del navigatore, altrimenti non sarebbe stato così facile trovarlo. Non è imboscato come un bunker, ma neanche alla portata come un autogrill, diciamo così. Alla fine, comunque, si trova. Una lunga salita, molto stretta, conduce all’ingresso di questo locale, dove nelle notti di luna piena troverete addirittura il servizio dei parcheggiatori ( si, stile “Saint Tropez Saint Tropez” con tanto di consegna chiavi)  , servizio che ahinoi va in crisi nelle serate dai grandi numeri. E la serata che abbiamo beccato noi era proprio questa: una quantità inaspettata di persone, al punto che il locale escogita addirittura ad un servizio navetta con il paese basso.

18_1_3

La serata è a tema scenografico ( per fortuna non come dress code): discutibile come scelta, quella dell’allestimento “Officina” , che nella realtà si traduce con effetti tra il telefilm Hazzard e la balera anni ’70 la domenica pomeriggio. Vabbè, non è questo il punto.

Serata piacevolissima. Bella la musica, piacevole l’architettura, bella la gente.

La musica: un bravo al dj, che riesce a rendere volume e sonorità , in un ambiente non molto grande, gradevoli e ballabili. Tra il commerciale e l’happy music, tra sonorità disco e  sprazzi di house. Buone scelte, buone sensazioni.

18_1_5

L’architettura: molto particolare.  Una via di mezzo tra uno chalet ed un pub, anche se è difficile da immaginare. Ma in effetti è così: capriate e soffitto basso in legno a vista  , vetrate sul lato di ingresso ed una grande veranda riservata ai fumatori. Un ‘atmosfera raccolta ma non soffocante, tanto  “provinciale” quanto elegante. Una cura dei dettagli architettonici e delle soluzioni di sala che merita una menzione d’onore.
Posizione di guardaroba e bar sui lati, privè che si affaccia sulla pista ma non la intralcia. Soluzioni in parte adattate dalla parvità di spazi, in parte dovute al buon gusto.

18_1_6

Età media non bassa. Siamo sui 30 almeno. E vabbè, diciamo che il posto si presta bene alla compagnia stile Yuppies. Ha tutto quello che serve: location decentrata ma non troppo, ambiente raccolto e divertente, sensazione di piacevolezza nel vivere la serata.
Di default il locale nasce come ristorante, ma su questo non abbiamo avuto modo di giudicare. Se è all’altezza dell’after dinner, allora merita passarci.

Piccolo , bello, da gustare: un gioiellino.

Prezzo: 10 € in lista

Voto: 8

Obsession

DiciottO.1 – Relais Poggio degli Olivi Via Montevettolini 310/A – loc. Montevettolini – Monsummano T. (Pistoia)
Info: QUINZIO 345 1332481 – MAURO 331 1919686 – NICOLA  329 4329002 – OLGA 338 4493222
Web Site: www.diciottopuntouno.it
Facebook: Fb: www.facebook.com/diciottopuntouno

Quello che hai appena letto è un ARTICOLO INFORMATIVO, fatto di notizie e programmi; oppure è una RECENSIONE, scritta dall'Autore in piena autonomia e senza condizionamenti, fatta di opinioni e osservazioni che lo stesso Autore ha riscontrato partecipando all'evento (o avendo frequentato il locale) come un qualsiasi cliente.

Autore: - Di origine cartaginese, possiede in casa un altare dedicato ad Alberto Sordi e nei riti vodoo evoca lo spirito di Lino Banfi per essere ispirato.Sogna Novoli come una nuova Pigalle ed è promotore della legge per la riapertura delle case chiuse a favore di universitari fuorisede e fuoricorso. Coinquilino del conte Mascetti e di Picchio De Sisti, fu ingiustamente accusato da Daniel Passarella del furto delle monete del Porcellino a fine anni '80. Vanta un caffè offerto da Batistuta ed il record mondiale di neologismi tosco-calabri. Respira a sua insaputa.

I contenuti presenti su questa pagina web sono di proprietà di FirenzeDaBere, se non diversamente indicato. I contenuti, o parte di essi, possono essere utilizzati senza richiedere autorizzazione preventiva solo ed esclusivamente riportando la dicitura "tratto da www.firenzedabere.it" in calce ai contenuti. Inoltre, qualora i contenuti, o parte di essi, vengano riportati su una pagina web, la dicitura di cui sopra dovrà  essere corredata dal link alla pagina dalla quale sono stati prelevati i contenuti.

Condivi quanto scritto in questo articolo? Lascia un tuo commento personale

Inserisci Nome e Email. Dal tuo secondo commento la pubblicazione sara' automatica e in tempo reale. Per associare un avatar al tuo commento usa it.gravatar.com