Boston T: aperitivo, cena, live music, discobar, tutto Insieme.
Autore: Fel | Data di Pubblicazione: 11 Dic, 2009 Ora: 03:06 PM | Categoria: Aperitivi, Locali | Leggi i Commenti

“La serata perfetta per la tua festa?” Così iniziano decide di spot pubblicitari, manifesti, cartelloni, messaggi alla radio.. Ma cosa si cerca quando si vuole creare una propria festa?
Diciamo essenzialmente che le tipologie sono prevalentemente due: cena e poi a nanna, richiesta dal pubblico degli over 50 (ma non tutti), degli sposati con figli piccoli che “la baby sitter me li tiene solo fino a mezza notte”, dei “domani mattina lavoro e mi sveglio alle 5”, dei “io sono il tipo da serata tranquilla”.
Poi, gli altri (e sicuramente ci sono molti di coloro che stanno leggendo questo articolo..e, a giudicare dalle mail che riceviamo e che ci chiedono suggerimenti, siete e siamo in tanti), sempre col solito quesito: “Ma un posto dove poter fare cena o apericena, con doposerata? Sai, per non doversi spostare…metti il tempo per cercare parcheggio, qualche controllo etilometrico per le strade, metti qualcuno si perde per strada”.
Si batte sempre lì.
A noi serviva un bel Giovedì sera per festeggiare degnamente una Laurea, dal tramonto all’alba..

…magari con qualche litro di sangue in meno schizzato sulle pareti rispetto al film con Clooney e Tarantino, magari non per forza fino all’alba. Diciamo fino alle tre!

Oramai gli operatori del settore (termine tecnico per intendere tutto un manipolo di persone che ogni giorno si interrogano su come riuscire a fregare clientela ai propri concorrenti) questa cosa l’hanno capita.
L’hanno capita talmente bene che alle volte si assiste a ristoranti che assoldano improbabili intrattenitori dalle tastiere impalpabili o discoteche che azzardano cene degne dei peggiori catering di periferia.
Ovviamente, poi, ci sono anche quelli che rialzano la media. E di questi casi è sempre bene parlare.

Uno di questi ultimi, è sicuramente il “Boston T – 100% Bobo”.

La Nuova stagione 2009/2010 del Boston T si era aperta con una gran bella serata, ad inizio Settembre, quando tutti gli altri gestori di locali pensavano “ancora fa caldo”…
Il locale anche questa stagione ha mantenuto quello stile rivisitato e rivalutato dodici mesi addietro, fatto di luci soffuse, piccoli tavolini di colore bianco, di design minimale che fa emergere solo il ripiano orizzontale, di sedute costituite da piccoli cubi morbini di colore rosso, di divani sul perimetro, più solidi e anch’essi di un bianco deciso… e del bancone che domina lo spazio.

Il tutto accoglie degnamente e in maniera elegante e raffinata il cliente che entra nel predinner, con uno stile che magari chi non conosce il locale non si aspetta. Ed invece il Bobo Style strabilia, soprattutto chi si aspetta un Checkpoint in salsa lustrini & paillettes.

Il Boston T piace. E piace proprio per la puliza delle sue linee, per i colori caldi ma allo stesso tempo nobili, per le luci soffuse e per quel suo bancone “straripante”. Ma questo non deve ingannare: il clima è tutt’altro che formale, che meticolosamente macchinoso, che trapassato.
L’aria che si respira è invece, al contrario, easy.

Il suo pubblico lo sa (a Bobo si possono fare mille rimproveri, ma con la gente ci sa fare) e ritorna anche per questo.

Il programma, come dicevamo in apertura, propone cena, apericena e dopocena.

Le cene, che iniziano dalle 21, quest’anno sono curate direttamente dalla cucina del locale. Il risultato è che la qualità è notevolmente migliorata, mantenendo una logica dei prezzi al contrario moderata.
L’apericena, che invece inizia alle 20 e che si protrae fino alle 23, viene ad essere, al Boston T, un momento che riesce a restare in equilibrio tra la convivialità del “ritual” e l’eleganza del contesto. Sicuramente più “mondano” rispetto alla cena, che invece resta una scelta da fare per incontri intimi, romantici, o semplicemente rilassanti.
Il buffet d’aperitivo viene collocato al centro del locale, quasi a imporlo come fulcro della prima parte della serata, e diventa gioco forza modo, e punto, di aggregazione. Il menù propone finger food per chi non rinuncia a cavalcare la serata sempre col drink in mano; ma anche primi caldi che continuamente vengono sfornati dalla cucina, secondi, insalate…
Il risultato è un banchetto continuamente rifornito e variegato; che si completa, anche visivamente, col bancone del bar che fa anch’esso da ripiano porta vivande, come cornice del “disegno” visivo, fatto di colori e odori.

A partire dalle 23, o giù di lì, via il buffet e si scopre un locale che si riempe improvvisamente, quasi come se tutti sapessero che adesso la musica cambia. Musica che ogni sera accompagna cena e apericena, spesso con prestazioni live, e che poi si fa dance fino a notte fonda.
Si accende la consolle e il Boston T diventa American Bar a tinte forti, con il personale dietro al bancone che non ha un attimo di sosta.
Locale pieno e tanta gente anche fuori, a bere e chiaccherare sotto il porticato.

Dentro l’atmosfera è di quelle che si capisce che la gente si diverte, anche se magari non si viene proprio spinti a ballare (e qui scatta la nota polemica).
L’uso delle luci che restano per lo più statiche non da quel brio tipico del locale danzereccio. Insomma, il piedino che si muove non parte. La clientela si dondola un pò, ma basterebbe poco per far esplodere il Boston T…

Resta comunque uno dei migliori locali fiorentini, per tutto quanto detto sopra.
La clientela è composta per lo più da un pubblico tra i 25 e i 35 anni, maturo ma non troppo.
Il parcheggio è facile (attenzione però alla pulizia della strada). Per bere si spendono 7 euro, l’aperitivo al tavolo è 10 euro con drink. Per le cene i prezzi variano, ma spesso sono proposti menù concordati a 20/25 euro tutto compreso.
Il Boston T è aperto tutte le sere, dal Martedì alla Domenica.

Boston T. – viale Europa, 160 – zona Gavinana – Firenze.
Per info: 348 37.26.925
Web site: www.boston-t.it

Voto:7.5

Fel.

Quello che hai appena letto è un ARTICOLO INFORMATIVO, fatto di notizie e programmi; oppure è una RECENSIONE, scritta dall'Autore in piena autonomia e senza condizionamenti, fatta di opinioni e osservazioni che lo stesso Autore ha riscontrato partecipando all'evento (o avendo frequentato il locale) come un qualsiasi cliente.

Autore: - Di origine sconosciuta, millanta da sempre natali alle isole Bahamas. Giunto a Firenze ancora in fasce, si orienta su studi artistici e di design. Parallelamente, sfruttando le uscite serali tra amici, matura un senso critico per l'organizzazione di eventi e la gestione dei locali (dicesi comunemente "rompi b****"). Sempre dalla parte dei clienti (e dei lettori di FirenzeDaBere) nello scrivere recensioni, pensa erroneamente che a qualcuno importi qualcosa di quello che scrive.

I contenuti presenti su questa pagina web sono di proprietà di FirenzeDaBere, se non diversamente indicato. I contenuti, o parte di essi, possono essere utilizzati senza richiedere autorizzazione preventiva solo ed esclusivamente riportando la dicitura "tratto da www.firenzedabere.it" in calce ai contenuti. Inoltre, qualora i contenuti, o parte di essi, vengano riportati su una pagina web, la dicitura di cui sopra dovrà  essere corredata dal link alla pagina dalla quale sono stati prelevati i contenuti.

Condivi quanto scritto in questo articolo? Lascia un tuo commento personale

Inserisci Nome e Email. Dal tuo secondo commento la pubblicazione sara' automatica e in tempo reale. Per associare un avatar al tuo commento usa it.gravatar.com