Caffe’ Giacosa By Cavalli.. E chi lo avrebbe mai detto..
Autore: lorenzo | Data di Pubblicazione: 13 lug, 2007 Ora: 03:24 PM | Categoria: Locali | Leggi i Commenti

Firenze non e’ Milano. So che la notizia potrebbe choccarvi e turbarvi, ma e’ cosi’. Se non ve ne eravate accorti, vi fornisco qualche indizio.
Firenze ha un fiume, Milano no (li avete mai visti i Navigli?..). Firenze ha un Cupolone, Milano solo Guglie.Ma senza addentrarsi nei meandri arditi delle italiche differenze, la divergenza su cui noi facciamo il punto, ovviamente,e’ legata alla nightlife.

CONTINUA..

Non e’ solo una questione di orari,abitudini, concezioni del divertimento e del ‘cosa vale quanto’: la differenza sta proprio nell’approccio mentale, nella visione dello ‘Status Symbol’ a tutti i costi. E qui, permettetemelo, Firenze sta leggermente meglio di Milano, meno schiava dell’etichetta ovunque, anche perche’, almeno in ambito nightlife, i vari Armani, Versace, DeG, ancora il loro neon serale lo tengono spento, al contrario di quanto accade nella capitale della moda. Firenze i suoi status symbols se li crea da sola, come accade per esempio con le palestre..

Unica eccezione fiorentina, forse, appunto il caffe’ Giacosa. Si tratta di un bar storico, dove la leggenda vuole sia stato creato per la prima volta il cocktail ‘Negroni’ per idea dell’omonimo conte. Il fatto che sia stato acquisito da Roberto Cavalli non gli ha mai dato chissa’ quale ulteriore popolarita’, anche perche’ arrivarci e’ impresa ardita, visto che siamo dalle parti di Via Tornabuoni, Via della Spada, per la precisione. Ma comunque “il bar di Cavalli” non ha mai, come si suol dire, fatto tendenza.

Finora lo avevo sempre considerato un bar da ‘cornetto e cappuccino’, con rispetto parlando. Frequentato magari dagli yuppies che bazzicano il centro, avvocati, managers, furbetti del quartierino..

E invece, clamorosamente, lo scopro locale serale. La dinamica e’ questa: usciamo con Marco, un caro amico, in scooter. Nel tentativo di trovare un locale vivo in un giovedi’ sera di Luglio, ci intrufoliamo per il centro. Passata Piazza Strozzi (dove qualcuno ha collocato un cavallo enorme che sembra di essere in viale Mazzini a Roma..Ma chi ce lo ha messo? Quando? E Perche’?), andando verso via Tornabuoni,buttiamo l’occhio su Colle Bereto…Assente..Per poi ritrovarsi davanti ad una folla incredibile..ma li che c’e'? il Caffe’ Giacosa? Non puo’ essere… Sara’ una festa privata, pensiamo.. E invece no!!

Entriamo, anche se il locale lo conoscevo gia’.. Come credete che siano le coreografie? Pitonato ovuuuuunque..Si sa, il brizzolato stilista toscano predilige questo stile. Chiamalo stile. Ma, diciamola tutta, il Nobu di Armani a Milano e’ molto piu’ chic ed elegante (cosi’, tanto per seminare zizzania).

In effetti il locale non e’ il salone delle feste di Buckingham Palace, ma va bene. Cocktails a 10 euro, Dj set, qualcuno che balla(dentro), qualcuno che strilla(fuori),ma e’ un’atmosfera piacevole. Ricorda il Mamma di San Frediano, ma con sprazzi di vitalita’ in piu’ (fosse difficile..).

Ci intratteniamo non molto, ma con piacere. Il piacere anche della scoperta, per un posto che non conoscevamo sotto questo punto di vista. Ma di cui notiamo con sorpresa le tante qualita’. Come, ad esempio, essere l’unico locale a ravvivare un apatico e assurdo giovedi’ di Luglio.

‘..Mentre nel resto d’Italia scorreva la movida, a Firenze suonava l’allarme per il coprifuoco. Con la possibilita’ di sparare a vista chi fosse intravisto per strada. Noi ci siamo nascosti nel locale,a serrande abbassate, ma si e’ detto che le ronde sono continuate tutta la notte…’

Sembra fantascienza di un romanzo di Orwell, , ma e’ quasi realta’, visto che i locali potrebbero,d’ora in poi,essere costretti a chiudere all’una. Tanto, vista la vitalita’ carioca di Firenze, cambia poco.<

Come diceva Ligabue in un suo famoso brano, e’ dura stare al mondo nel 2123.

Tornando al Giacosa, senz’altro un’unica visita non e’ sufficiente per riuscire a dare un giudizio obiettivo, ma, a conti fatti, perlomeno su quel che ho visto, emerge nel panorama nightlife fiorentino, proponendo qualcosa di ,se non nuovo, almeno curioso.

Caffe’ Giacosa By Roberto Cavalli – Via della Spada, 10 – Firenze.
Per info: 055 277.63.28

Voto:7.. con la ripromessa di tornarci ..

Obsession

Quello che hai appena letto è un ARTICOLO INFORMATIVO, fatto di notizie e programmi; oppure è una RECENSIONE, scritta dall'Autore in piena autonomia e senza condizionamenti, fatta di opinioni e osservazioni che lo stesso Autore ha riscontrato partecipando all'evento (o avendo frequentato il locale) come un qualsiasi cliente.

Autore: -

I contenuti presenti su questa pagina web sono di proprietà di FirenzeDaBere, se non diversamente indicato. I contenuti, o parte di essi, possono essere utilizzati senza richiedere autorizzazione preventiva solo ed esclusivamente riportando la dicitura "tratto da www.firenzedabere.it" in calce ai contenuti. Inoltre, qualora i contenuti, o parte di essi, vengano riportati su una pagina web, la dicitura di cui sopra dovrà  essere corredata dal link alla pagina dalla quale sono stati prelevati i contenuti.

Condivi quanto scritto in questo articolo? Lascia un tuo commento personale

Inserisci Nome e Email. Dal tuo secondo commento la pubblicazione sara' automatica e in tempo reale. Per associare un avatar al tuo commento usa it.gravatar.com


*