C’e’ un po’ piu’ di Glamour nella notte fiorentina
Autore: lorenzo | Data di Pubblicazione: 21 ott, 2008 Ora: 01:10 AM | Categoria: Locali | Leggi i Commenti

I Centri storici delle maggiori citta’ europee sono tutti caratterizzati da quella tipologia di locale che per ragioni logistiche proprio in questo contesto prende vita. La necessita’ di creare in locali con spazio ridotto, spesso in ambienti ricavati al piano terreno se non addirittura nel sottosuolo del palazzi cittadini, proposte che aprissero anche alla musica dance e’ stata alla base della nascita e delle varie evoluzioni del clubbing.
E cosi’ anche a Firenze, sono nati e si sono evoluti i vari Mud (poi Ex Mud, Corso Tintori e adesso Ex-Ex), lo Xo’ (gia’ Tessera ed adesso Twice Club), il Maramao (oggi chiuso), il Doris (gia’ H2O2), il Full Up, il Dolce Zucchero, e cosi’ via…
Riprendendo quello che per un lustro era diventato famoso come Transilvania, dietro l’Uffizi Center, nella stessa sede quest’anno ha preso corpo – dopo che la stagione scorsa non aveva poi cosi’ entusiasmato – il Glamour Club.
Siamo andati alla serata del venerdi’…

CONTINUA…

..sulla quale ha tessuto le sue tele quel vecchio volpone di Stefano Bosia, arrivando al locale ben dopo la mezzanotte; dopo la chiusura delle porte telematiche a difesa della Z.T.L., e quindi dopo ”na passeggiata de salute’ non indifferente.
Si’, perche’ il deterrente maggiore per gli amanti della nightlife alla frequentazione del ‘cuore’ del Centro Storico e’ proprio il problema del raggiungimento dei locali; adesso che la temperatura notturna si e’ abbassata molto e che parcheggiare al Parterre e montare sul ‘trenino notturno’ con i vagoni non cabinati (equivalente a farsela tutta in vespa e senza casco) puo’ tornare vantaggioso solo alle aziende farmaceutiche che producono antinfluenzali…
La sostituzione di questo mezzo con un autobus ATAF sembrerebbe la soluzione piu’ scontata, e forse per questo la piu’ difficile da realizzare…

Il Glamour Club all’esterno si presenta in modo quasi nascosto, con un piccolo ingresso appena illuminato da un lampione a meta’ di via Castello d’Altafronte, stretto vicolo che da via de’ Neri, costeggiando la Loggia del Grano, porta sul lungarno.
Oltre alla serata del Venerdi’ by Bosia’s Staff, anche quella del Sabato segue lo stesso canovaccio, ormai consolidato nelle programmazioni dei locali di questo genere, prevedendo il doppio appuntamento con le cene in prima serata, seguite dalla serata dance a partire dalle 23.
Da programma si parla di ‘Aperitif Restaurant’ a partire dalle 19, probabilmente prevedendo anche un piccolo appuntamento pre-cena per bere qualcosa.. Mentre nel sito internet si cita ‘dal martedi’ alla domenica, dalle 20 apericena e dalle 23 discoshow’…

L’ingresso alla serata del dopo-cena ha il doppio prezzo di 15 euro/uomo e 10 euro/donna, comprensivi di drink, con le successive consumazioni che scendono di prezzo a 10, 8, 6, 5 euro…
Con inviti o in lista, ed entrando prima delle 00.30, si parla di ingresso omaggio… ma non ho verificato.
All’ingresso si riceve una drink card da utilizzare al bar – non di quelle elettroniche ma molto piu’ semplici, dove sono illustrati tutti i prezzi dei vari servizi in modo chiaro – da cambiare alla cassa per l’uscita (con regolare scontrino fiscale…mi piace sottolinearlo).

Chi leggendo questi primi paragrafi ha pensato ‘ah, l’ex Transilvania, ci sono stato ai tempi…e quindi il locale gia’ lo conosco’ non ha idea di quale considerazione sbagliata abbia fatto.
Si’, perche’ il locale adesso e’ tutta un’altra cosa. Completamente cambiato non solo dal punto di vista di programma e concept, ma anche nell’ambiente, negli arredi, nei colori, nelle luci, nella musica, nella disposizione degli spazi, nella logistica….
Che dire: solo il bagno e’ rimasto al suo posto (anche in questo caso, pero’, la ristrutturazione ha cambiato il volto del vano)

Si entra e ci si trova davanti ad una location che fa del mix tra le arcate in muratura che sostengono il soffitto e la cura contemporanea delle finiture il punto di partenza del nuovo progetto architettonico, insieme a divani eleganti e comodi che caratterizzano gli spazi, tavolini, un bancone ad angolo illuminato, luci soffuse create da piccoli lumi e fari colorati…
Gli ambienti sono stati recuperati, portando a splendore elementi edilizi preesistenti, quando e’ stato possibile; rinnovati e completamente aggiornati in altre parti del locale.
Il risultato: eleganza senza eccessi, minimalismo senza rinunciare alla comodita’ del comfort, spazi aperti dove le linee vengono evidenziate solo con l’arredo..

L’ambiente non e’ grandissimo – unica eredita’ lasciata dalle precedenti gestioni e caratteristica pecuniaria come dicevamo ad inizio articolo – ma ideale per serate con 300/350 persone..
Il Glamour Club si puo’ provare a dividerlo in tre parti completamente diverse tra loro: la prima che si affronta entrando e’ piu’ buia, con la musica che si sente in lontananza, in modo da creare un ambiente meno caotico; la seconda con il vero ‘cuore’ del locale, con american-bar e adiacente spazio che viene utilizzato da mini-dancefloor con dj set, e due zone divani; la terza rappresentata dal privee’.
Proprio il privee’ e’ la vera novita’ del locale: un piccolo ambiente separato dal resto del locale – al quale l’accesso e’ limitato a coloro che hanno prenotato il tavolo solo in quei momenti della serata in cui l’ambiente si trova ad essere super-affollato – attraverso una porta a scorrimento dove un piccolo bar, una consolle che crea musica indipendentemente dal resto del locale, e la possibilita’ di fumare individuano il ‘locale nel locale’. Ed anche qui, tavolini e divani, gente in piedi che si muove, parla, balla…

Chi frequenta il Glamour Club? Il pubblico e’ elegante ma non eccessivamente (la selezione all’ingresso evita piu’ che altro gli americani con la maglia dei L.A. Lakers), tranquillo e sorridente, collocabile in una fascia d’eta’ che sta tranquillamente tra i 25 e i 35 anni. Si sta bene in gruppo con amici, in pochi o in coppia. Puo’ essere buono anche per fare nuove conoscenze..

Un locale bello e tirato su bene – come lo era anche l’anno passato – ma che stavolta pare esser riuscito a ‘sfondare’ nella nightlife fiorentina..

Voto: 7,5. E puo’ ancora fare meglio…

Glamour Club – Via Castello d’Altafronte, 14/r – Centro Storico – Firenze.
Per info: 055 23.81.008 (disponibile anche per party privati)
Cene e liste: Venerdi’ 347 42.38.636 (Bosia) – Sabato 347 26.59.882 (Simone)
Web site:
www.glamourclubbing.it

Fel.

Quello che hai appena letto è un ARTICOLO INFORMATIVO, fatto di notizie e programmi; oppure è una RECENSIONE, scritta dall'Autore in piena autonomia e senza condizionamenti, fatta di opinioni e osservazioni che lo stesso Autore ha riscontrato partecipando all'evento (o avendo frequentato il locale) come un qualsiasi cliente.

Autore: -

I contenuti presenti su questa pagina web sono di proprietà di FirenzeDaBere, se non diversamente indicato. I contenuti, o parte di essi, possono essere utilizzati senza richiedere autorizzazione preventiva solo ed esclusivamente riportando la dicitura "tratto da www.firenzedabere.it" in calce ai contenuti. Inoltre, qualora i contenuti, o parte di essi, vengano riportati su una pagina web, la dicitura di cui sopra dovrà  essere corredata dal link alla pagina dalla quale sono stati prelevati i contenuti.

Condivi quanto scritto in questo articolo? Lascia un tuo commento personale

Inserisci Nome e Email. Dal tuo secondo commento la pubblicazione sara' automatica e in tempo reale. Per associare un avatar al tuo commento usa it.gravatar.com


*