Club4climate: Come salvare l’ambiente ballando in discoteca
Autore: lorenzo | Data di Pubblicazione: 25 Giu, 2008 Ora: 04:01 PM | Categoria: Locali | Leggi i Commenti

Londra. L’Associazione per il ballo eco-sostenibile “Club4climate” si pone questa domanda: E’ possibile salvare l’ambiente semplicemente ballando in discoteca il sabato sera? La risposta piu’ ovvia sarebbe “no” e fino ad oggi non posso che darvi ragione, ma qualcosa potrebbe cambiare.

Dalla fervida immaginazione di sir Andrew Charalambous detto Dr. Earth (Dottor Terra), un milionario cipriota e controfigura in peggio del Dottor Male in Austin Powers (e’ uguale! E’ uguale!), nasce un ambizioso progetto che si propone di trasformare le rumorose e sprecone discoteche in qualcosa di piu’ ecologico.

Charalambous finanziatore del progetto nonche’ leader dell’Associazione eco-danzereccia presentera’ nel dettaglio al Bar Surya, il prossimo 10 luglio la sua idea: in pratica voi danzate, e la pista da ballo trasforma l’energia cinetica che producete in energia elettrica pulita…

CONTINUA…Nel dettaglio, si capisce che “il trucco” sta nella pista da ballo: essa infatti e’ sostenuta da una serie di molle che oscillando azionano dei generatori a cristalli capaci di produrre una piccola quantita’ di energia elettrica. Questa viene immagazzinata da una serie di batterie ricaricabili e da qua viene distribuita in tutto il locale, garantendo, secondo Charalambous, il 60% del fabbisogno di una normale serata.

Viene sfruttata la piezoelettricita’, lo stesso principio degli accendigas da cucina: premiamo il cristallo e si crea una differenza di potenziale, causata dalla deformazione meccanica, che fa scoccare la scintilla, senza bisogno di altre fonti di energia elettrica.

Il progetto della pista ecologica e’ stato sviluppato da due aziende olandesi che lo testarono con successo a Rotterdam nel 2006 e che a Londra sperano nella consacrazione che gli permetterebbe di esportare questa novita’ anche in altre citta’. La particolarita’ ecologica di questo progetto non si ferma alla bolletta della corrente, ma prosegue oltre:
a detta del ‘Myke Myers denoattri’ tutte le bevande e i cibi saranno serviti in recipienti biodegradabili, i gabinetti useranno l’acqua riciclata (non si sa bene da dove) per lo scarico, e l’ingresso al locale sara’ gratuito a tutti coloro che dimostreranno di essere arrivati a piedi, con mezzi pubblici o con mezzi ecologici come la bicicletta. Per tutti gli altri inquinatori il prezzo sara’ di 10 sterline (13 euro circa).

Per chi fosse interessato a saperne di piu’, magari per montare un sistema del genere nel proprio salotto, e’ presente un sito ufficiale del progetto:

http://www.club4climate.com/

La home del sito e’ talmente strana che ancora non riesco a capire se c’e’ o ci fa…

Lorenzo

Quello che hai appena letto è un ARTICOLO INFORMATIVO, fatto di notizie e programmi; oppure è una RECENSIONE, scritta dall'Autore in piena autonomia e senza condizionamenti, fatta di opinioni e osservazioni che lo stesso Autore ha riscontrato partecipando all'evento (o avendo frequentato il locale) come un qualsiasi cliente.

Autore: -

I contenuti presenti su questa pagina web sono di proprietà di FirenzeDaBere, se non diversamente indicato. I contenuti, o parte di essi, possono essere utilizzati senza richiedere autorizzazione preventiva solo ed esclusivamente riportando la dicitura "tratto da www.firenzedabere.it" in calce ai contenuti. Inoltre, qualora i contenuti, o parte di essi, vengano riportati su una pagina web, la dicitura di cui sopra dovrà  essere corredata dal link alla pagina dalla quale sono stati prelevati i contenuti.

Condivi quanto scritto in questo articolo? Lascia un tuo commento personale

Inserisci Nome e Email. Dal tuo secondo commento la pubblicazione sara' automatica e in tempo reale. Per associare un avatar al tuo commento usa it.gravatar.com