Dall’Hard Rock all’Hard Core: Promoter fiorentino beccato nella inedite vesti di attore
Autore: Obsession | Data di Pubblicazione: 1 apr, 2012 Ora: 02:20 PM | Categoria: Dalla Città di Firenze, Locali | Leggi i Commenti

FIRENZE – Divideva la passione per i locali con quella per l’hard: così un giovane promoter ed organizzatore di eventi , molto noto nell’entourage fiorentino, nonché amico di diversi esponenti politici della città ( alcune iniziative lo hanno visto protagonista anche assieme al sindaco) ha deciso di girare un film porno. Nonostante la mascherina indossata durante le scene roventi sarebbe stata riconosciuto «confrontando» le immagini del film intitolato «È venuto a saperlo lo Sceriffo che mi vedo con Matteino» con quelle del suo profilo su Facebook, dove è ritratto con le numerose persone che partecipano sovente ai suoi eventi.

Non appena la notizia è trapelata il passo inevitabile è stato quello di chiedere spiegazioni di quanto accaduto al diretto interessato. Il quale nega, nonostante la palese ed inaspettata verità, malcelata tra l’altro, visto che , stando alle persone a lui più vicine, il nostro amico avrebbe spesso fatto considerazioni del tipo “ non è questo il mondo dove sono più apprezzato” o “le mie vere doti usciranno fuori in altri modi” , “ Ultimamente sono un po’ stanco, mi ammazzo di ovomaltina” e soprattutto “ma chi è ‘sto Rocco Siffredi?” Frasi forti e sospette, che poi, di fronte all’evidenza dei fatti, hanno assunto tutt’altro valore. Quanto ha fatto è stato considerato «una grave leggerezza» e le sue conseguenze «una perdita e un guadagno» per il mondo della notte e della politica di Palazzo Vecchio, stando alle dichiarazioni di alcuni suoi amici pseudogiornalisti. Il film a luci rosse, proposto in vendita dalla casa di produzione anche sul web, vede impegnato il nostro amico, che per questa cronaca chiameremo Giorgio, insieme ad altre due ragazze e due porno-attori, anche loro provenienti dall’hinterland fiorentino.

Spirito libertario, indole spregiudicata, insana passione per il bianconero,vacanze preferite negli USA: così gli amici descrivono il semigiovane ex promoter. Visto su riviste patinate, quotidiani, cataloghi di abbigliamento,con pagine intere dedicate al nostro piacione metropolitano. Tutto ciò che lo riguardava sembrava fosse interessante, dalla follicolite post-epilatoria al barbiere di fiducia, pur di parlare di lui. A volte in maniera anche sospetta, quasi come se si volessero lanciare dei precisi messaggi. E tutto si poteva presagire, tranne che questa sorprendente propensione all’hard. «Gli ultimi viaggi che aveva fatto erano stati in Svezia e in Danimarca – racconta un ragazzo inserito nel mondo della movida fiorentina – e stando a quel che raccontava era proprio il modo di vivere il sesso di quelle popolazione che l’attirava così tanto». Gli stessi amici che, intanto, fanno quadrato intorno al loro mai domo promoter: « se uno ha delle doti, perchè riservarle a poche?».

Il mondo della notte fiorentino afferma che è «sbagliato» e «inadeguato» il clamore attorno alla vicenda del giovane . Anche perchè nelle sue azioni «ha coinvolto solo se stesso»: adesso ha quindi diritto di «essere lasciato in pace» e magari «di essere aiutato a riflettere, ancor meglio se riflette durante l’ora dell’aperitivo. Anche se forse non è successo niente di nuovo, da sempre Giorgio è molto abile nel riservare sorprese da tergo quando meno te lo aspetti».

«Penso che abbia capito di aver commesso una leggerezza, ma la speranza adesso è che non ne risenta la sua vita privata. Anche se non sarà facile», commentano i soliti bacchettoni.

La speranza è che, d’ora in poi, Giorgio possa mettere a frutto la sua nuova esperienza dando nuova verve alla notte fiorentina. Ma senza sbagliare obiettivi. Da tergo.

Quello che hai appena letto è un ARTICOLO INFORMATIVO, fatto di notizie e programmi; oppure è una RECENSIONE, scritta dall'Autore in piena autonomia e senza condizionamenti, fatta di opinioni e osservazioni che lo stesso Autore ha riscontrato partecipando all'evento (o avendo frequentato il locale) come un qualsiasi cliente.

Autore: - Di origine cartaginese, possiede in casa un altare dedicato ad Alberto Sordi e nei riti vodoo evoca lo spirito di Lino Banfi per essere ispirato.Sogna Novoli come una nuova Pigalle ed è promotore della legge per la riapertura delle case chiuse a favore di universitari fuorisede e fuoricorso. Coinquilino del conte Mascetti e di Picchio De Sisti, fu ingiustamente accusato da Daniel Passarella del furto delle monete del Porcellino a fine anni '80. Vanta un caffè offerto da Batistuta ed il record mondiale di neologismi tosco-calabri. Respira a sua insaputa.

I contenuti presenti su questa pagina web sono di proprietà di FirenzeDaBere, se non diversamente indicato. I contenuti, o parte di essi, possono essere utilizzati senza richiedere autorizzazione preventiva solo ed esclusivamente riportando la dicitura "tratto da www.firenzedabere.it" in calce ai contenuti. Inoltre, qualora i contenuti, o parte di essi, vengano riportati su una pagina web, la dicitura di cui sopra dovrà  essere corredata dal link alla pagina dalla quale sono stati prelevati i contenuti.

Condivi quanto scritto in questo articolo? Lascia un tuo commento personale

Inserisci Nome e Email. Dal tuo secondo commento la pubblicazione sara' automatica e in tempo reale. Per associare un avatar al tuo commento usa it.gravatar.com


*