Dio salvi “God save the wine”
Autore: Fel | Data di Pubblicazione: 17 dic, 2011 Ora: 02:14 AM | Categoria: Drinks, Cocktails & Beverages, Eventi, Locali, Nightlife | Leggi i Commenti

Mercoledì scorso abbiamo partecipato ad uno degli appuntamenti che a cadenza regolare si ripetono in città, un evento un po’ diverso dai soliti che raccontiamo su queste pagine, ma che con piacere riportiamo.

Stiamo parlando della rassegna “God save the wine – Degustazioni e Prelibatezze”, piacevole evento diretto da Andrea Gori e organizzato in collaborazione con la rivista FirenzeSpettacolo, che abbiamo scelto come location per un incontro tra amici per farci gli Auguri di Natale, che si intende subito avere come protagonista i prodotti dell’enologia.

Partendo dalla premessa che chi vi scrive non è un esperto del settore, e nemmeno tale vuole apparire, credo possa essere interessante conoscere questa serata perchè, al di fuori del valore prettamente tecnico, ritengo sia stata impostata in maniera davvero pregevole, mettendo insieme diversi tasselli al fine di creare una proposta completa. Per cui non mi soffermerò sui vini, quanto sull’insieme della serata.


La scelta, come dicevamo, è ricaduta su “God save the wine” per molteplici motivi. In primo luogo il mercoledì fiorentino non è più ruggente con qualche anno addietro. C’è il salotto del Boston_T, l’aperitivo del Porfirio, la serata universitaria dello YAB, i locali del Centro Storico per un after dinner o per una serata club, la tranquillità del Cafè de Paris.
In secondo, ci è piaciuta molto la location scelta per la serata (che cambia ogni volta): l’Hotel**** Bernini in piazza S. Firenze, accanto al vecchio Palazzo di Giustizia.
Inoltre, da subito ci è piaciuta la formula: fascia oraria 20 – 22.30, degustazioni accompagnate da un eccelso buffet, degustazioni di prelibatezze dolciarie e musica d’accompagnamento live durante la serata; il tutto nella illustre “Sala del Parlamento”, la sala di incontri a disposizione dei membri del Parlamento Italiano nei cinque anni di Firenze Capitale.
Insomma, qualcosa di diverso dalle degustazioni della domenica pomeriggio tra stand sparsi sotto un tendone o ai bordi di una piazza.

Partendo dai vini, è stata mantenuta la disposizione “classica” delle rassegne di settore, con le aziende agricole disposte in tavoli separati (cosa non sempre realizzabile quando si ha a che fare con ambienti dalle superfici limitate, come in questo caso) in modo da poter leggere chiaramente la mappatura e poter scegliere arbitrariamente un proprio percorso eno-gastronomico. Di contro però bisogna annotare la clamorosa assenza di una scheda riassuntiva degli espositori e dei prodotti esposti non consegnata ai partecipanti.

Davvero prestigioso, e sicuramente all’altezza, il menu del buffet proposto, che annotava tra le varie portate Canapé al salmone fumé, Involtino salmone e rombo e alghe wakame, Code di gamberoni in crosta, Dadolata di tonno tiepida con pomodorini pachino e olive taggiasche, ostriche, Pecorini con miele e composte di frutta, dolci di natale, cantuccini, ricciarelli, panforte di siena.
L’evento, svolto sia nella sala del parlamento che nella hall dell’Hotel, dove faceva sfoggio di sè un bellissimo bancone del bar, era completato da un quartetto che con un swing decisamente amabile ha accompagnato le degustazioni.

Una clientela elegante ma non troppo formale, circa 150/200 persone, ha partecipato all’evento; con molti giovani contro tutte le attese; tanto che ci siamo sentiti a nostro agio. Atmosfera piacevole ed anzi, a fine serata, pure goliardica con qualche giovane donna, forse non troppo abituata a queste occasioni, su di giri.

Insomma, gran bella serata, ben concepita e ben realizzata. Costo 15 euro (in altre occasioni, e altre location, il costo è stato anche di 20/25 euro, mi par di ricordare). Sicuramente presenzieremo anche ad altri appuntamenti. Bravi.

Voto alla serata: 7

Fel.

Quello che hai appena letto è un ARTICOLO INFORMATIVO, fatto di notizie e programmi; oppure è una RECENSIONE, scritta dall'Autore in piena autonomia e senza condizionamenti, fatta di opinioni e osservazioni che lo stesso Autore ha riscontrato partecipando all'evento (o avendo frequentato il locale) come un qualsiasi cliente.

Autore: - Di origine sconosciuta, millanta da sempre natali alle isole Bahamas. Giunto a Firenze ancora in fasce, si orienta su studi artistici e di design. Parallelamente, sfruttando le uscite serali tra amici, matura un senso critico per l'organizzazione di eventi e la gestione dei locali (dicesi comunemente "rompi b****"). Sempre dalla parte dei clienti (e dei lettori di FirenzeDaBere) nello scrivere recensioni, pensa erroneamente che a qualcuno importi qualcosa di quello che scrive.

I contenuti presenti su questa pagina web sono di proprietà di FirenzeDaBere, se non diversamente indicato. I contenuti, o parte di essi, possono essere utilizzati senza richiedere autorizzazione preventiva solo ed esclusivamente riportando la dicitura "tratto da www.firenzedabere.it" in calce ai contenuti. Inoltre, qualora i contenuti, o parte di essi, vengano riportati su una pagina web, la dicitura di cui sopra dovrà  essere corredata dal link alla pagina dalla quale sono stati prelevati i contenuti.

Condivi quanto scritto in questo articolo? Lascia un tuo commento personale

Inserisci Nome e Email. Dal tuo secondo commento la pubblicazione sara' automatica e in tempo reale. Per associare un avatar al tuo commento usa it.gravatar.com


*