FirenzeDaBere Opera Omnia/Volume 1: i migliori posti per un aperitivo..tutte le sere!
Autore: lorenzo | Data di Pubblicazione: 5 giu, 2008 Ora: 03:28 AM | Categoria: Locali | Leggi i Commenti

Estate, Firenze: FirenzeDaBere vi guida con un’Opera Omnia del Divertimento attraverso le splendide notti fiorentine indicandovi come trascorrere al massimo questa lunga Estate 2008!
Primo Appuntamento: Dove prendere uno splendido aperitivo..tutti i giorni che lo vorrete!

CONTINUA…

Il profumo delle Magnolie avvolge le strade della citta’.. Il tramonto si allunga sulle giornate dando alla sera bagliori unici.. Solo la pioggia puo’ trattenerci, ma e’ un problema passeggero: Come resistere a questa sensazione d’Estate?

Ci prepariamo a vivere appieno quest’Estate 2008, estate calcistica, estate che mai come quest’anno ha voglia di farsi attendere. E cosa e’ meglio, nell’attesa dell’estate da spiaggia, che un Cocktail sullo sfondo del magnifico Tramonto fiorentino?

Eccovi una Road Map da ‘strappare e conservare’ e utilizzare come una bussola per non perdere tempo nelle improvvisate di meta’ pomeriggio. Dove si va? Ecco le Dritte di FirenzeDaBere per un aperitivo garantito!

E da chi cominciare se non dal Principe dell’Happy Hour? Messier Porfirio Rubirosa .. Aperitivo Classico, elegante, piacevole. Da cravatta slacciata, si direbbe. Non invadente, comodo per parcheggio. Tavolini, poltrone, sguardo sul giardino della Fortezza. Ineguagliabile. E chiuso la domenica.

Sull’itinerario di questa insolita ‘HappyHour Map’ ci muoviamo allora verso Piazza Dalmazia.. Pochi dubbi, sempre lui, prepotente come non mai: il Cafe de Paris, il gioiello di Rifredi, sempre popoloso, ogni sera, sempre con rincorsa al tavolo libero.. Happy hour piacevole e.. ‘Saziante’. Staff di prim’ordine, tutta la Piazza che si trasforma nell’esterna del locale e che diviene di fatto il giardino del Cafe. Gran cosa. E sempre aperto.

Riprendiamo i Viali..Ed eccoci in piazza Beccaria, di fronte all’esempio lampante di come la differenza , per un locale, nasce solo ed unicamente dalla gestione. Non c’e’ location o scenografia che tenga.. Il Kitsch, dalle ceneri del povero Kneipe (ve lo ricordate..?) tira fuori un appuntamento che rappresenta ormai un must per tutte le stagioni. Aperitivo con grande buffet, magari non di qualita’ eccelsa, ma cosa pretendere? Sempre frequentatissimo, senz’altro un colpo sicuro. Verandina esterna, interno non capiente ma sufficiente. Spesso appannaggio dei piu’ giovani, e’ un’ottima alternativa. Non molti parcheggi in zona, ma basta cercare..

Stiamo per guadare l’Arno. Attraversiamo Ponte San Niccolo’ , ed eccoci subito alla prima proposta: il celebre Bobo di piazza Ferrucci! Bene per l’estate, meno per l’inverno..buffet limitato, ma ottimo come punto di ritrovo. Proseguiamo sul Lungarno illuminato dal tramonto di Giugno.. e arriviamo di fronte ad un capostipite: il Caffe’ La Torre, uno dei primi in assoluto ad aver introdotto a Firenze il rituale dell’Aperitivo cosiddetto ‘alla Milanese’. Continua ad essere frequentatissimo, grazie alla veranda esterna e ai pochi tavolini interni. Certo, i bei tempi son passati. Molto dello strusci’o degli anni addietro, complice la presenza delle Rime Rampanti, si e’ perso…

Continuiamo per la stessa strada. Siamo di fronte ai ‘Gemelli della Notte’, molto piu’ che tutti gli altri locali.. Nessuno come loro due viaggia con due anime ma un cuore solo: parliamo di Zoe e Negroni! Aperitivo piacevole, classico con brio, di qualita’ e in un’atmosfera davvero fashion. Entrambi con le loro verandine, con lo Zoe a fare la parte del leone con il suo Happy Hour del giovedi’. Problema parcheggi, ma molto meno pronunciato che nell’afterdinner.
Continuiamo il nostro viaggio Oltrarno. C’e’ qualcuno che ci aspetta.. Ci siamo, e’ il mitico Dolce Vita! Aperitivo storico, canonico ma vezzoso, intrigante al punto giusto. Bella scelta di vini, happy hour fino alle 21:30, tra quelli che finiscono prima.
Da sempre tra i locali piu’ belli ed intriganti, il Dolce Vita (quello di ‘Florence is Beautiful’!) rappresenta un approdo piacevole e mai fuori luogo.
Anch’esso vive un momento di torpore, ma siamo certi che riuscira’ a riemergere, come e’ gia’ successo altre volte.

Perfetto: si va in centro! E allora comincia il gran giro: prima tappa al Sei Divino! di borgo Ognissanti . Verrebbe da definirlo ‘happy hour da coppie’, vista la mise informale, ma non dimessa, con cui accoglie gli avventori. Non immenso, sfizioso per appetizers e vini. Da provare, ma difficile uscire da qui cantando Heroes di David Bowie.

E ancora verso il centro: Piazza Strozzi, non per fare un giro sulla giostra antica dei cavalli ( che tanto l’hanno pure spostata), ma per fare una capatina a quel Centro di mondanita’ permanente che e’ il Colle Bereto. Aperitivo affascinante, molto vicino a certe tendenze milanesizzanti tipo il Deseo e gli altri locali meneghini di corso Sempione. Unito al Porfirio in questa ideale cornice ‘DaBere’.

Siamo in centro, e vogliamo vedere quali altre proposte possiamo trovare. Allora ci buttiamo su via Verdi, alla ricerca di un Aperitivo degno di nota. Mojo, Oibo’, Luna Rossa, Twice, Rex Cafe.. Aperitivi onesti, non degni di nota particolare ma magari funzionali per un pre-Teatro o Cinema.

Visto che ci siamo, ne approfittiamo per fare una capatina in Via Ricasoli, anche per dare un’occhiata a questa new entry.. ‘Oliandolo‘, caffe’ bistrot che nasce principalmente con vocazione al pranzo, ma che si affaccia timidamente sulla scena dell’Happy hour… Molto carino e caratteristico, con verandina esterna ed un discreto buffet . Promette bene..

E via, di nuovo verso il centro, a concludere questo splendido itinerario della FirenzeDaBere come non l’avevate mai gustata (Autocitaz..)

E allora come concludere degnamente questo splendido ‘On the Road-On the Rocks’?
Non riesco a farmi venire in mente un modo migliore che un Mai Tai, seduto sul Muretto in riva all’Arno , di fronte al Noir. Fine giugno , otto di sera, e il Sole che non se ne vuole andare. E l’Arno che, magicamente,comincia a scintillare… Mentre prova ad inghiottire il Sole. Non e’ un grande aperitivo, questo del Noir. Ma una scenografia cosi’, mi sa che a Milano non ce l’hanno.. E in nessun altro posto del Mondo..
E seduti su questo muretto, con lo sguardo verso Ponte Alla Vittoria, si puo’ davvero realizzare .. che Florence is Beautiful..

Obsession

Quello che hai appena letto è un ARTICOLO INFORMATIVO, fatto di notizie e programmi; oppure è una RECENSIONE, scritta dall'Autore in piena autonomia e senza condizionamenti, fatta di opinioni e osservazioni che lo stesso Autore ha riscontrato partecipando all'evento (o avendo frequentato il locale) come un qualsiasi cliente.

Autore: -

I contenuti presenti su questa pagina web sono di proprietà di FirenzeDaBere, se non diversamente indicato. I contenuti, o parte di essi, possono essere utilizzati senza richiedere autorizzazione preventiva solo ed esclusivamente riportando la dicitura "tratto da www.firenzedabere.it" in calce ai contenuti. Inoltre, qualora i contenuti, o parte di essi, vengano riportati su una pagina web, la dicitura di cui sopra dovrà  essere corredata dal link alla pagina dalla quale sono stati prelevati i contenuti.

Condivi quanto scritto in questo articolo? Lascia un tuo commento personale

Inserisci Nome e Email. Dal tuo secondo commento la pubblicazione sara' automatica e in tempo reale. Per associare un avatar al tuo commento usa it.gravatar.com


*