Giovedi’ al Regina Margherita : Ecco come appare il giovedi’ da ‘Yuppies’ a Firenze Sud!
Autore: lorenzo | Data di Pubblicazione: 27 Gen, 2009 Ora: 03:38 AM | Categoria: Discoteche e Club, Locali, Ristoranti | Leggi i Commenti

Il problema del giovedi’ a Firenze e’ questione annosa.. Poiche’, come gia’ trattato precedentemente, non si e’ mai capito se in effetti possa essere reputato come l’inizio ideale del fine settimana di giovani trentenni arrembanti o piuttosto una delle tante serate metropolitane dedicate ai giovani universitari.
Nel dubbio noi ci siamo sempre accodati alla situazione che ci faceva star meglio e se 10 anni fa andavamo volentieri al Tenax, oggi, ahime’, necessitiamo di forme di divertimento alternative.
Perche’, se e’ vero che il tempo passa per tutti, mi sa tanto che la nostra generazione se l’e’ scordato. E dunque, oggi come ieri, il solito movimento cittadino del giovedi’ cerca la propria serata. Colle Bereto e Yab, i must: nel frattempo, altri ci provano. E anche con successo. Come il caso della serata ‘Che Meraviglia!’ proposta dallo staff di questo giovane locale fiorentino. Serata diversa. Ma riuscita.

CONTINUA…

Altre volte ci e’ capitato di parlare del Regina Margherita, del suo avvento e del suo destino a corrente alternata nel corso degli anni. Quest’anno il locale di Firenze sud e’ sembrato nato sotto una nuova luce: forte di uno staff probabilmente piu’ motivato che in passato, ha innestato un turbilllon di serate niente male. Fino a consacrarsi con il sabato sera ideale dei trentenni e piu’ che ancora hanno voglia di ballare. E chi l’avrebbe mai detto, che al Regina sarebbero riusciti a rinverdire i fasti del recente passato. Eppure, ci sono riusciti.

Ed ora, non sazi del successo del sabato, hanno avuto l’anomala idea di una serata diversa, di quelle One Night che possono sia riuscire che provocare sgraditi tonfi . Perche’ si sa, che a fronte delle proposte nuove e anomale in uno scenario come quello fiorentino, il rischio che si corre e’ sempre elevato.

Di rado le ‘Nuove proposte della categoria Giovani’ hanno successo senza provocare divergenze di parere. Quando Firenze decide di promuovere un locale non ha mezzi termini. Cosi’ come non ce li ha quando lo boccia. Senza un motivo preciso, senza poter dare riferimenti certi. In pochi sono riusciti a ‘capire il trucco’ e cosi’ ogni loro proposta sul territorio fiorentino riesce bene o male a decollare. Per gli altri, quasi un terno al lotto.

Difficile intuire le dinamiche sociali da cui puo’ dipendere il successo della serata, di un locale, di un evento. Capite ora perche’ e’ cosi’ difficile provare a dare nuove proposte in pasto a questo pubblico da Colosseo? Il pollice verso e’ la variabile preferita. E allora vediamo in cosa consiste questo giovedi’ ‘Che Meraviglia!’

Il gioco e’ semplice quanto intrigante: organizzare una cena in cui coinvolgere diverse compagnie eterogenee e metterle a tavola in maniera promiscua favorendo, per forza di fatti, l’interazione e la socialita’. E non ditemi che come formula e’ desueta: semmai, e’ come l’Uovo di Colombo: semplice,ma nessuno ci aveva pensato!

E cosi’ ne esce fuori questa One Night: gli avventori, man mano che arrivano, vengono indirizzati dallo staff verso un preciso tavolo, in modo da garantire una certa.. Omogeneita’ d’intenti (..). Diverse tavolate vengono cosi’ allestite , e mentre la sala prende forma, nel frattempo comincia la live music che molto fa nel creare un clima festaiolo e goliardico.

Menu fisso, che comprende antipasti, primi, pizze bianche e torte salate, secondi e contorni ‘al vassoio’ (e non ‘al piatto’..altro trucchetto mirato all’interazione..) comprendendo una bottiglia di vino per ogni tre persone. Il tutto al costo fisso a testa di 15 euro. Nel complesso, proposta piu’ che onesta.

Ma descriviamo il clima. La saletta, che consta di una sorta di giardino d’inverno riscaldato, e’ accogliente. Non grande ne’ dispersiva, ma per una sera colma in ogni ordine di posto. In questa atmosfera ‘come una festa in casa’(definizione piu’ volta sottolineata anche dallo staff stesso) la live music proposta da Fabio Prosperi (bravo, anche nel proporre pezzi ‘goliardici’) si pone come sottofondo ideale (anche se ogni tanto gli scappa l’urlo alla Gianna Nannini..) mentre i commensali si ‘appropriano’ dei vassoi che escono dalle cucine. Anche il prezzo per eventuali consumazioni successive rimane in linea col menu del ristorante, con la carta dei vini che spazia dai 10 ai 18 euro.

In questa situazione, la serata scorre via piacevolmente, tra qualche attacco (anche allo stomaco) di improvvisati cantori da Karaoke e il timore di non bere troppo onde evitare spiacevoli nottate da trascorrere in compagnia della polizia a soffiare dentro una macchinetta(n.d.r. , porca miseria) per quanto l’atmosfera si faccia intrigante e coinvolgente.

Qualcuno potrebbe pensare che la gestione della serata abbia qualcosa in comune coi celebri ‘Speed-Date’ che ogni tanto si svolgono in diverse citta’ italiane.. Noi rimaniamo col dubbio che l’intento potesse essere o meno questo, poiche’ in generale non si ponevano precisamente questi presupposti.. Anche se..Anche se.. Sembrera’ strano, ma a fine serata c’era davvero la sensazione di conoscere tutti!! Sara’ che non si era tantissimi, in tutto poco piu’ di un centinaio di persone, ma verso la parte finale della cena, complici gli strimpellatori da strapazzo e le richieste al cantante della serie ‘ canta questa! No, meglio quest’altra!anzi, non cantare!’ il clima goliardico ha avuto il sopravvento regalandoci una serata veramente divertente.

Le tre ore di intrattenimento del locale sono volate via, e mentre la serata volgeva al termine, nel tirare le somme, abbiamo constatato come questa One Night di Regina Margherita abbia rappresentato un’ottima e divertente variante al panorama Nightlife fiorentino.

Non sappiamo se diverra’ una consuetudine (noi speriamo di si..), non sappiamo se diventera’ parte integrante del programma settimanale del locale. Per intanto, noi giudichiamo quest’evento una bellissima ventata di freschezza, come proposta e come idea, in uno scenario altrimenti statico e praticamente ‘intaccabile’ come quello del giovedi’ a Firenze. Un bravo sincero a Rudy Baielli, coautore assieme alla proprieta’ del locale, di questa innovativa esperienza. Attendiamo, ovviamente, la conferma di queste impressioni. Ad oggi, promossi. Con merito.

Voto: 7.5

Obsession

Regina Margherita – via del Padule,25 – Candeli, Bagno a Ripoli (FI).
Per info e prenotazioni: 055 69.80.45 oppure 339 70.73.665
Web site: www.reginamargherita.eu

Quello che hai appena letto è un ARTICOLO INFORMATIVO, fatto di notizie e programmi; oppure è una RECENSIONE, scritta dall'Autore in piena autonomia e senza condizionamenti, fatta di opinioni e osservazioni che lo stesso Autore ha riscontrato partecipando all'evento (o avendo frequentato il locale) come un qualsiasi cliente.

Autore: -

I contenuti presenti su questa pagina web sono di proprietà di FirenzeDaBere, se non diversamente indicato. I contenuti, o parte di essi, possono essere utilizzati senza richiedere autorizzazione preventiva solo ed esclusivamente riportando la dicitura "tratto da www.firenzedabere.it" in calce ai contenuti. Inoltre, qualora i contenuti, o parte di essi, vengano riportati su una pagina web, la dicitura di cui sopra dovrà  essere corredata dal link alla pagina dalla quale sono stati prelevati i contenuti.

Condivi quanto scritto in questo articolo? Lascia un tuo commento personale

Inserisci Nome e Email. Dal tuo secondo commento la pubblicazione sara' automatica e in tempo reale. Per associare un avatar al tuo commento usa it.gravatar.com