Giovedì a Firenze: the year of the cat
Autore: Obsession | Data di Pubblicazione: 1 lug, 2015 Ora: 12:58 PM | Categoria: After Dinner, Aperitivi, Locali | Leggi i Commenti

aperitivo-firenze-giovedi-2015

Gran bei tempi quelli della firenze post-ebetino: squarci cronospaziali che neanche nei peggiori film di fantascienza ci stanno regalando una città rasa al suolo dal punto di vista dell’entertainment e della nightlife, e tra le grandi vittime di questa continua lotta contro la tribù che balla c’è il giovedì sera.
Distrutta, umiliata da anni di guerre sanguinose, una delle serate più carine della settimana si ritrova oggi a fare i conti con una desolazione che neanche nella Nottingham di Robin Hood. Cosa è rimasto a Firenze il giovedì? Poco, giusto una piccola lotta di insurrezionisti che non si rassegnano al destino amaro di questa città. Di quei giovedì tra Yab, Universale, Tenax e Meccanò ( e quando c’aveva voglia anche il Central)  ne è rimasta giusta l’eco tra le vie, quei classici “ti ricordi” che sembra si parli di chissà quando.

Salviamo il salvabile e guardiamo cosa è rimasto.

odeon-bistrot-firenze-aperitivo

Allora: difficile riuscire a tirare fuori quei giovedì che finivano all’alba dopo aver trascorso una lunga notte senza ricordarsi dove e con chi. Ora al massimo si riesce a fare l’una, quindi iniziamo con l’aperitivo. Siamo partiti dove eravamo rimasti, ovvero in centro, quel centro che fu protagonista dei giovedì di qualche anno fa.
Due le alternative: aperitivo lounge o cena. Optiamo per la prima chance all’Odeon Bistro, anche se c’erano sembrate valide le opzioni dell’aperitivo a Colle Bereto o la cena a tema allo Slowly. In verità, non grandi numeri in nessuna delle tre locations. Chi prometteva meglio degli altri, sulla prospettiva, è sembrato proprio lo Slowly : non sappiamo se quest’idea della cena a tema con party after dinner (l’altra sera il tema erano gli anni ’90) sia o meno una consuetudine, ma di sicuro si discosta dal grigio torpore del resto del centro. Odeon dopo l’aperitivo praticamente si è spento, Colle Bereto si è invece ravvivato ma non con quell’entusiasmo di una volta.

aperitivo-colle-bereto-firenze

Mossi a nostalgia, a quel punto abbiamo preferito cambiare zona e muoverci verso altre vie. Siamo passati a fare visita, come i pellegrini medioevali con i santuari, dal triangolo ZoeNegroniRifrullo: senza infamia e senza lode, un buon passeggio ma senza chissà quali grandi pretese. Da lì ci siam mossi verso una meta che lo scorso anno era riuscita a costruire un bel giovedì, partendo però da tutt’altre prospettive: il Twist Martini, che qualcuno definì “ l’erede dello Yab” riguardo il giovedì sera. Solo che molte cose sono cambiate: sapevamo che avevano subito alcune restrizioni sul dancing e questo intuitivamente ci aveva portati a credere che l’evoluzione del locale andasse verso una caratura più da “ristorante” che non da locale pubblico.

giovedi-terrazza-twist-martini-firenzeProvare per credere, abbiamo deciso di passarci. E siamo rimasti per certi versi sorpresi. All’interno del locale abbiamo trovato la classica predisposizione da cena, con tanto di tavoli ancora da sparecchiare, ma nel frattempo la serata era stata presa in mano da un bel gruppo di musica live ( di cui ignoriamo il nome, anche se qualcuno lo abbiamo riconosciuto) che con sapiente audacia ed una buona scelta di repertorio era riuscita nell’ingrato compito di sollevare il pubblico dalla sedia e coinvolgerlo in una piacevolissima atmosfera. L’età dei commensali si potrebbe definire tra i 28 ed i 40, ma in tutto questo l’atmosfera creata si è rivelata davvero un buen retiro per noi, poveri reduci dalla febbre reumatoide del giovedì sera. Locale ben frequentato, e le nostre paure dunque parzialmente fugate. Poteva andare peggio.

locali-firenze-2015Quella che un tempo fu una “serata per grandi”, quando ad inizio decennio sembrava delinearsi il famoso scenario d’origine meneghina (ed ancor prima newyorkese) per cui “si esce il giovedì, se capita il venerdì, ma mai il sabato” lascia oggi sul campo gigliato una situazione tremenda, non compensata in nessuna altra realtà dell’hinterland. Viene da chiedersi, tra Firenze, Prato, Montecatini e zone limitrofe : “ ma è mai possibile che non si trova nulla?”

C’è un grande pubblico potenziale che aspetta e spera per una rinascita del giovedì da bere, tra cui noi. Dopo l’Hiroshima del dancefloor degli ultimi anni, aspettiamo fiduciosi che qualcosa cambi. E nel frattempo, per un giovedì non alla grande, ma perlomeno diverso, segnaliamo Odeon, Colle Bereto, Slowly, Twist Martini, e come One Night la bella iniziativa di God Save the Wine, con gli amici di Firenze Spettacolo, che si svolge in genere un giovedì al mese.

Per tutto il resto, è proprio un anno del gatto. Ognuno lo pronunci come vuole.

Quello che hai appena letto è un ARTICOLO INFORMATIVO, fatto di notizie e programmi; oppure è una RECENSIONE, scritta dall'Autore in piena autonomia e senza condizionamenti, fatta di opinioni e osservazioni che lo stesso Autore ha riscontrato partecipando all'evento (o avendo frequentato il locale) come un qualsiasi cliente.

Autore: - Di origine cartaginese, possiede in casa un altare dedicato ad Alberto Sordi e nei riti vodoo evoca lo spirito di Lino Banfi per essere ispirato.Sogna Novoli come una nuova Pigalle ed è promotore della legge per la riapertura delle case chiuse a favore di universitari fuorisede e fuoricorso. Coinquilino del conte Mascetti e di Picchio De Sisti, fu ingiustamente accusato da Daniel Passarella del furto delle monete del Porcellino a fine anni '80. Vanta un caffè offerto da Batistuta ed il record mondiale di neologismi tosco-calabri. Respira a sua insaputa.

I contenuti presenti su questa pagina web sono di proprietà di FirenzeDaBere, se non diversamente indicato. I contenuti, o parte di essi, possono essere utilizzati senza richiedere autorizzazione preventiva solo ed esclusivamente riportando la dicitura "tratto da www.firenzedabere.it" in calce ai contenuti. Inoltre, qualora i contenuti, o parte di essi, vengano riportati su una pagina web, la dicitura di cui sopra dovrà  essere corredata dal link alla pagina dalla quale sono stati prelevati i contenuti.

Condivi quanto scritto in questo articolo? Lascia un tuo commento personale

Inserisci Nome e Email. Dal tuo secondo commento la pubblicazione sara' automatica e in tempo reale. Per associare un avatar al tuo commento usa it.gravatar.com


*