MINERVA GIO’: Aperitivo in piscina sul tetto di Firenze
Autore: lorenzo | Data di Pubblicazione: 11 lug, 2008 Ora: 04:03 AM | Categoria: Locali | Leggi i Commenti

Sono appena tornato dal mio primo aperitivo al Grand Hotel Minerva di Piazza Santa Maria Novella. E’ un appuntamento al quale e’ possibile partecipare solo nei giorni di giovedi’, e solo fino al 7 Agosto. Il Grand Hotel Minerva e’ un albergo a quattro stelle, e dato che l’ingresso costava 15 euro era facile attendersi un pubblico molto elegante…
L’inizio era fissato alle 19.30 – in concomitanza con la fine della Z.T.L., ed e’ quindi possibile accedere in centro anche con l’auto – ma come al solito non riusciamo ad arrivare prima delle 21..
Giungiamo in Piazza Santa Maria Novella – che e’ invasa dal cantiere che la sta riqualificando, pedonalizzandola interamente ed aggiungendo specchi d’acqua e fontane – ed entriamo..

CONTINUA…

La hall dell’albergo e’ ovviamente molto elegante e curata, anche se l’Excelsior e il salone del Grand Hotel mi sono parsi piu’ architettonicamente interessanti. Alla reception ci dicono che la festa si svolge al quinto piano; una puntatina alla toe (per chi non avesse capito di cosa sto parlando) e saliamo.
Si giunge cosi’ al quinto ed ultimo piano, da dove si accede alla piscina, posta proprio sul lastrico solare di copertura.
Come dicevo in apertura, si spendono 15 euro. Molto chiara la formula, e proposta in modo trasparente senza fraintendimenti.

L’ingresso di 15 euro comprende l’accesso illimitato al buffet (come in quasi tutti gli aperitivi) e la prima consumazione al bar. Le successive consumazioni costano 7 euro, mentre 10 euro si spendono invece per i dolci flambe’ serviti con vino dolce. Il buffet dura fino alle 22.00; se si arriva dopo nel prezzo d’ingresso si ha compreso una porzione di dolce.
Prima di salire sul tetto, attraverso una scalinata in legno, si viene dotati di un cartoncino nel quale vengono annotate le consumazioni; cartoncino che poi andra’ presentato alla casa prima di uscire.
Ma la cosa notevole e’ come in questa sorta di drink card siano precisate tutte le condizioni, e cioe’ tutto quello che ho scritto sopra.
Comunque, saliamo per la rampa in legno fino in terrazza.

Qui troviamo un ambiente molto casual, assolutamente diverso da come me lo ero immaginato.
In effetti, anche l’abbigliamento del personale e’ completamente diverso rispetto a quello dei colleghi dei piani inferiori. Piu’ che dei camerieri da albergo 4 stelle, sembrano da bar sulla spiaggia.
Pubblico variabile, con eta’ tra i 25 e i 40 anni, tendenzialmente casual: polo e jeans, al massimo una camicia. E pensare che per la strada pensavo di aver fatto male a non aver indossato dei pantaloni con la piega…
La persona che questa sera ha deciso di farmi compagnia era invece bellissima col suo abito da sera lungo e stretto sui fianchi: indubbiamente la piu’ elegante del locale (e non e’ la prima volta); la cosa comincia a piacermi.

Non nego che appena saliti sulla terrazza mi e’ venuto spontaneo pensare: ‘Tutto qui?’. Ma non perche’ il posto non valga, anzi, ma perche’ me lo aspettavo molto piu’ grande.

In pratica, un piccolo spazio coperto dove e’ presente il bar divide in due la terrazza: da una parte la piscina con il buffet e qualche tavolino, dall’altra altro spazio con qualche altro tavolino. Attraverso una piccola scaletta esterna si accede poi al tetto della zona bar. Questo e’ indubbiamente il punto piu’ suggestivo – nonche’ il piu’ alto – dell’albergo. Non so come possa essere passare tutta la sera qui, dato che non ci sono ostacoli che interrompano le raffiche di vento e che il risultato e’ del tipo moscerini sul viso dopo essere andati in vespa senza casco in autostrada.
Noi, che siamo arrivati alle 21, abbiamo trovato tutta la terrazza occupata. In qualche modo siamo riusciti a recuperare un paio di sedie da un tavolino occupato solo a meta’, in un angolino riparato dal vento ma non per questo meno fresco.

La parte scoperta della terrazza, oltre al tavolo del buffet ed al piccolo angolo per il gruppo che suonava live, contiene al massimo una quindicina di tavolini. Al completo, possono starci circa 100/150 persone.

Molti, non trovando tavoli, si sistemavano a bordo piscina, sfruttando i dislivelli del piano della terrazza che ottenevano parti a filo con la piscina e altre parti dove il bordo piscina risultava piu’ alto del pavimento della terrazza di quasi un metro, cosi’ da trasformarsi in muretto per appoggiare piatti e bicchieri.
Il buffet deve essere iniziato alle 19.30, come da programma, ma noi lo abbiamo visto solo dopo le 21. Ho visto vassoi riforniti continuamente, questo e’ innegabile, fino alle 22. Il menu’ prevedeva un solo primo (insalata di pasta) oltre a tutta una serie di finger food e monoporzioni, molto curate nella presentazione e nella realizzazione. E’ difficile descrivere il buffet, perche’ ogni singolo elemento era complesso, per cui un elenco non renderebbe merito.

Diciamo pero’ che la scelta non era affatto ampia, anche questo e’ innegabile. Tutto sommato poche le pietanza tra le quali variare, e molte di queste erano antipastini, tartine, involtini.
Per quanto riguarda il bere, che dire… Prima una birra in bottiglia e poi un daiquiri alla fragola al posto della caipiroska che avevo chiesto!

Ero andato al bar, perche’ di solito preferisco vedere cosa mi stanno mettendo nel bicchiere, e in effetti il fatto che me lo stesse preparando frozen un po’ mi doveva far riflettere. Chiarito al barman che il ghiaccio lo volevo solo a pezzetti (come la classica caipiroska) mi sono distratto per qualche secondo ad osservare il locale, e quando mi sono ridestato mi sono trovato sul bancone un bel cocktail rosso con cannuccia. Beh, questo mi aspettavo..
Solo che arrivato a sedermi e bevuto il primo sorso mi sono accorto dell’errore: buono, niente da dire, ma avevo chiesto un’altra cosa… E vabe’, perdoniamoli ogni tanto…
Per quanto riguarda la vista su Firenze, niente da eccepire a quanto promesso: la piazza, i tetti della citta’ e le cupole delle chiese. Anche in questo caso mi aspettavo un tantino di piu’: dal Giardino di Boboli o dal Forte Belvedere le panoramiche sono tutt’altra cosa.

Pero’ dai, non sembri che il locale non mi sia piaciuto. In pieno Centro Storico, col sole che piano piano sparisce e lascia il posto alle luci della notte, su un paio di sedie in vimini, con i riflessi delle luci che rimbalzano sull’acqua della piscina, accanto ad un piatto sempre pieno di piccole cose molto ben curate nella preparazione, e con una live music d’accompagnamento che scivola tra le canzoni di Paolo Conte e i brani di Sting in versione acustica e ri-arrangiata…

La serata e’ andata pian piano concludendosi, con la clientela che andava scemando, dopo le 22.30. Siamo rimasti fin quasi le undici, quando i tete’ a tete’ rimasti tentavano di trasformarsi in limonate quanto mai desiderate..

Minerva Gio’ c/o Grand Hotel Minerva – Piazza Santa Maria Novella – Firenze.
Per info: 055 27.230
Web site:
www.grandhotelminerva.com

Voto: 8. L’animo romantico di Firenze frequenta questo posto…

Fel.

Quello che hai appena letto è un ARTICOLO INFORMATIVO, fatto di notizie e programmi; oppure è una RECENSIONE, scritta dall'Autore in piena autonomia e senza condizionamenti, fatta di opinioni e osservazioni che lo stesso Autore ha riscontrato partecipando all'evento (o avendo frequentato il locale) come un qualsiasi cliente.

Autore: -

I contenuti presenti su questa pagina web sono di proprietà di FirenzeDaBere, se non diversamente indicato. I contenuti, o parte di essi, possono essere utilizzati senza richiedere autorizzazione preventiva solo ed esclusivamente riportando la dicitura "tratto da www.firenzedabere.it" in calce ai contenuti. Inoltre, qualora i contenuti, o parte di essi, vengano riportati su una pagina web, la dicitura di cui sopra dovrà  essere corredata dal link alla pagina dalla quale sono stati prelevati i contenuti.

Condivi quanto scritto in questo articolo? Lascia un tuo commento personale

Inserisci Nome e Email. Dal tuo secondo commento la pubblicazione sara' automatica e in tempo reale. Per associare un avatar al tuo commento usa it.gravatar.com


*