NO LIMIT – Serata Regina: La prima discoteca da Guida Michelin?
Autore: Fel | Data di Pubblicazione: 22 ott, 2011 Ora: 06:09 PM | Categoria: Discoteche e Club, Locali, Ristoranti | Leggi i Commenti

Con il passare delle stagioni si diventa grandi, e a ricordarcelo sono quelle serate che capitano una volta l’anno e in cui tu sei l’unico festeggiato. Se sei Federica Pellegrini sono i mondiali di nuoto. Se sei un comune mortale è il tuo compleanno.
E allora parte la selezioni dei locali “dover poterlo festeggiare adeguatamente”, sto benedetto compleanno. E finisce così che dalla lista si finisce per scegliere il Sabato del No Limit di Calenzano (Serata Regina). “A trent’anni festeggi ancora con la cena in discoteca?” – penserà qualcuno – Lo so. Ma alle abitudini è difficile venir meno.

Diciamo che questa volta ci siamo voluti fidare delle promesse del locale, capaci di suscitare tante aspettative nei nottambuli mai sazi, ma anche – è un dato di fatto – provocare spesso tante delusioni.

Tuttavia, questa volta il locale scelto qualche garanzia in più ce la dava, se non altro per il gran finale della scorsa stagione. E tant’è!

Il No Limit lo abbiamo già recensito lo scorso anno, e da un punto di vista squisitamente stilistico molto ha mantenuto (o poco ha cambiato, decidete voi) della scorsa stagione. Ambiente unico, dancefloor centrale con pavimento illuminato anni ’70 (a scacchiera colorata), soffitto basso più da club che da discoteca, ampio bancone molto elegante e divanetti bianchi sparsi per il locale.

La novità più interessante riguarda piuttosto la gestione della serata.

Il Sabato del No Limit ha infatti mantenuto la sua vocazione “adulta”, continuando a rivolgersi ad un pubblico di over 30 ( l’età media della clientela è tra i 30 e i 40 anni), ma decide in questa sua nuova stagione di adeguare il prodotto offerto alle richieste di maggior accortezza che un “locale da grandi” pretende.

Così il nuovo corso del No Limit parte impostando la serata sul forte legame tra la cena e l’after dinner.

Passando dalla gestione tramite catering (provata lo scorso anno e, diciamolo pure, mediocre) a quella diretta attraverso uno staff proprio di chef, cuochi e camerieri, quest’anno il No Limit propone ogni sabato sera una cena di altissimo livello che, in occasione della nostra sortita, includeva, tra le altre portate, cocktail esotico di gamberi, affettati toscani misti, tartine al salmone, risotto gorgonzola e pere, orecchiette broccoli e vongole veraci, , totani al vapore e rucola, salmone fresco ,carpaccio di polpo con insalata gentile, pollo al curry, insalata di polpo con patate In questo non si può non ammettere che il No Limit tenti di rivoluzionare il concetto di cena in discoteca, che negli anni ci aveva abituato ad improvvisati pasti stile mensa aziendale, sia per il menù che per il dover liberare il posto dopo aver finito.

Innovativa anche la formula, che prevede la cena dalla 21 con buffet servito dal personale, tavolo a bordo pista riservato per tutta la sera, acqua e vino durante la cena, guardaroba e drink per il dopo cena a 25€. Se poi volete esagerare come abbiamo fatto anche noi, il vino a cena costa solo dieci euro per ogni bottiglia in più; mentre per il dopocena al tavolo per una bottiglia di spumante si parte dai sessanta.

La cena si protrae, con un sottofondo tra l’italo-disco anni’80 e la commerciale radiofonica attuale, fino alle 23 circa. E’ un’atmosfera leggera, non c’è la calca dei Mercoledì al Meccanò di qualche anno fa, e neanche la scarsa qualità di tante cene in discoteca viste in giro. E ne guadagna la qualità della vita, utilizzando una locuzione molto di moda ultimamente.
A fine cena, comincia la fase dance. In consolle Max Golini, ormai un’autorità del settore a Firenze, ed il vocalist, che non ce ne voglia ma di cui non ricordiamo il nome, abile nell’intrattenere e nel tener sveglio il dancefloor, ma con una pecca, tipica pariolina ma che drammaticamente sta contaminando Firenze (nel Privè del Full Up è ormai una boriosa consuetudine): l’invocare continuamente coloro che “hanno il tavolo”!Lo diciamo nella speranza di sventare questa pericolosa contaminazione con le poco eleganti abitudini romane.

A parte la nota di colore, la serata va avanti benissimo. Musicalmente varia, con spazio agli evergreen così come ai successi attuali. Il pubblico che contraddistingue questa fase ha un’età media più bassa delle cene (28-30, o giù di lì), con la giusta eterogeneità dei sessi. La dance session si protrae fino alle 3 circa, quando comincia in effetti a “svuotarsi” la pista.
Nel complesso, dunque, il sabato Regina Inn del No Limit si conferma nuovamente il miglior sabato sera fiorentino dance per trentenni. Qualcuno potrebbe dire “si, ma sguazzano in un monopolio”, ma qualcun altro potrebbe rispondere “si, ma forse questo monopolio se lo sono saputi creare”.
A nostro giudizio ci sono altre proposte in giro, ma non all’altezza di questa. La cosa che mette la serata al di sopra delle altre è anche l’onestà intellettuale del target: non sguazza nell’ambiguità del “serata per grandi ma se c’avete 20 anni va bene lo stesso”, ma si rivolge esplicitamente ad un certo tipo di pubblico. E la formula funziona, bene, dalla cena all’alba.

Voto : 7.5

NO LIMIT – Sabato Serata Regina – Uscita Calenzano della A1
Per info: 339 70.73.665 – 339 26.64.728
Web site:
www.disconolimit.com

Le immagini sono tratte dal profilo facebook del locale, che ringraziamo.

Quello che hai appena letto è un ARTICOLO INFORMATIVO, fatto di notizie e programmi; oppure è una RECENSIONE, scritta dall'Autore in piena autonomia e senza condizionamenti, fatta di opinioni e osservazioni che lo stesso Autore ha riscontrato partecipando all'evento (o avendo frequentato il locale) come un qualsiasi cliente.

Autore: - Di origine sconosciuta, millanta da sempre natali alle isole Bahamas. Giunto a Firenze ancora in fasce, si orienta su studi artistici e di design. Parallelamente, sfruttando le uscite serali tra amici, matura un senso critico per l'organizzazione di eventi e la gestione dei locali (dicesi comunemente "rompi b****"). Sempre dalla parte dei clienti (e dei lettori di FirenzeDaBere) nello scrivere recensioni, pensa erroneamente che a qualcuno importi qualcosa di quello che scrive.

I contenuti presenti su questa pagina web sono di proprietà di FirenzeDaBere, se non diversamente indicato. I contenuti, o parte di essi, possono essere utilizzati senza richiedere autorizzazione preventiva solo ed esclusivamente riportando la dicitura "tratto da www.firenzedabere.it" in calce ai contenuti. Inoltre, qualora i contenuti, o parte di essi, vengano riportati su una pagina web, la dicitura di cui sopra dovrà  essere corredata dal link alla pagina dalla quale sono stati prelevati i contenuti.

I lettori hanno aggiunto 1 Commento
Have Your Say
  1. Gattina scrive:

    Sembra carino. Con le mie amiche sabato prossimo pensiamo di venire. Per prenotare chi dobbiamo contattare?

Condivi quanto scritto in questo articolo? Lascia un tuo commento personale

Inserisci Nome e Email. Dal tuo secondo commento la pubblicazione sara' automatica e in tempo reale. Per associare un avatar al tuo commento usa it.gravatar.com


*