Pantheon Lounge Bar: un angolo di tranquillita’ a Firenze
Autore: lorenzo | Data di Pubblicazione: 6 Gen, 2009 Ora: 07:08 PM | Categoria: After Dinner, Aperitivi, Locali | Leggi i Commenti

Se uno si ferma un attimo a pensare a quanti locali e localini, lounge e americanbar, ci siano sparsi per la citta’ di Firenze e comincia ad elencarli, si rende conto che la lista e’ oggettivamente – anche tenendo presente le dimensioni contenute del capoluogo toscano – per niente corta…anzi…
Certo, poi, al momento di scegliere quale possa essere la destinazione migliore per la propria serata molti di questi vengono scartati perche’ non adatti al tipo di programma che si ha in mente.
Subito dietro a Piazza Ferrucci – quella rotatoria del traffico sulla sponda del ponte di San Niccolo’, gia’ residenza di altri locali quali il Plasma Art Bar, il James Joyce Pub, il Checkpoint di Bobo – in un vicoletto appartato, e dirimpettaio del tanto acclamato Rooms Club, c’e’ da anni il Pantheon Lounge Bar… quasi un po’ nascosto…

CONTINUA…

Eravamo gia’ passati, circa un annetto fa, da queste parti: un sabato sera, sempre d’inverno, trovando un locale al completo; posti a sedere esauriti e gente in piedi a bere qualcosa…

L’atmosfera del Pantheon Lounge Bar la si respira gia’ da subito, appena varcata la soglia..e forse anche da prima, da fuori, intravedendo il primo spiraglio del locale attraverso la porta vetrata.
L’ambiente e’ costituito da tre vani che si susseguono in sequenza lineare, separati da tramezzature laterali che lasciano sull’asse longitudinale un’apertura che lega il tutto.

Sono i colori caldi quelli che fanno da padroni al progetto Pantheon, dati da luci studiate e delineate da candele disposte sui tavoli; luci che si riflettono sulle superfici del locale.
Alle pareti, tappeti ed arazzi appesi danno quelle sensazioni di accoglienza e relax che e’ assai raro trovare nei locali fiorentini. Questi, poi, si alternano a specchi antichi dai bordi lavorati e a quadri..

A completare l’arredo interno, e la definizione degli spazi, sedute costituite a volte da divani disposti a ferro di cavallo con al centro bassi tavolini in legno, altre da panche in vimini piuttosto che da sedie. A dirla tutta non c’e’ una tipologia unitaria degli arredi – infatti nell’ultima saletta c’e’ pure un tavolo rettangolare in legno contornato da sedie rigide – ma il tutto pare proprio seguire la stessa filosofia di base, lo stesso filo conduttore.

Il Pantheon si presta, geneticamente, a mantenere un volume sonoro basso (proprio per come e’ costruito) anche se, nel fine settimana, col riempirsi perde ovviamente questa prerogativa..
La musica e’ doverosamente chillout, piuttosto che ambient o new age.. decisa ad hoc per un locale che fa anche del riprendere caratteri medio-orientaleggianti una sua caratteristica identificativa..
Non solo i tappeti alle pareti, non solo i cuscini, non solo le luci…anche gli odori con gli incensi che vengono profusi durante la serata in tutto il locale.

Non posso dire che sia un ambiente da tete’ a tete’, proprio per la mancanza di un arredo adatto a coppie o gruppi ristrettissimi.. I divani a ferro di cavallo, per 6/7 persone, si adattano infatti di piu’ a gruppi di amici; anche perche’ l’introspezione con il vicino di seduta si perde gia’ da subito ed e’ difficile mantenere una connotazione intima, con il lui o la lei di turno, sentendo parlare qualcun altro a pochi centimetri di distanza.

Le due cose (ambiente intimo con arredi disposti in modo da accogliere persone in modo meno introspettivo) a guardarle bene sembrano un po’ in antitesi tra di loro, valutando il tutto nell’ottica classica del ‘gruppo d’amici che fa baldoria’ vs ‘ambiente intimo per incontri di coppie’..
Magari non appartiene alle tipologie di serata di molti di noi (compreso quelle del sottoscritto), pero’ di sicuro ci sono tante compagnie di amici che cercano posti del genere… ed il fatto che il fine settimana sia pieno di gente lo dimostra..

Durante la settimana e’ invece poco frequentato, e questo lo riavvicina di piu’ a quei concetti espressi precedentemente.
Per quanto riguarda il bar, direi che qualitativamente stiamo nella media dei locali di questa tipologia (ovvio che nelle mie considerazioni, rispetto ad una discoteca o a un americanbar affollato, gia’ mi aspetto che un lounge bar realizzi cocktails piu’ elaborati.. soprattutto per il maggior tempo a disposizione del barman di turno).
Il prezzo e’ di 8 euro (mi sembra di ricordare che su tutto il menu’ ci si aggiri tra i 7 e gli 8 euro) che ovviamente tiene anche conto del fatto che i divani prendono molto piu’ posto di piccoli tavolini con sedie o dello spazio vuoto di fronte ad un bancone dove i clienti stanno in piedi, con conseguente riduzione sintomatica del giro di clientela (il locale puo’ ospitare circa un centinaio di clienti o poco piu’).

Sul biglietto da visita (che cerco di prendere sempre quando entro in un locale) si parla anche di Happy Hour con Cocktails a 3 euro (dalla Domenica al Giovedi’) e di Apericena a 5 euro (Venerdi’ e Sabato); in entrambi i casi pero’ senza precisare l’orario.. ma non ho avuto modo di constatare.. Semmai raccontateci voi delle vostre esperienze al Pantheon Lounge Bar.

Per aiutare a capire meglio quale possa essere l’atmosfera del Pantheon Lounge Bar (pur nella trasposizione artefatta del caso in esame) vi riporto sotto il video di Marco Masini girato interamente all’interno del locale

Critiche: I cuscini del ripiano del nostro divano (che era di diverso modello rispetto agli altri – nell’ultima scena del video quello sulla destra nella seconda saletta – e l’unico libero quando siamo arrivati) erano oggettivamente scomodi…. e poi, il locale manca di un sito web, restando praticamente sconosciuto per il pubblico di internet.

Pantheon Lounge Bar – via della Fornace, 24/r – Firenze.
Per info: 339 246.07.04 oppure 334 57.98.914


Voto: 6,5. Il fine settimana e’ sempre pieno.

Fel.

Quello che hai appena letto è un ARTICOLO INFORMATIVO, fatto di notizie e programmi; oppure è una RECENSIONE, scritta dall'Autore in piena autonomia e senza condizionamenti, fatta di opinioni e osservazioni che lo stesso Autore ha riscontrato partecipando all'evento (o avendo frequentato il locale) come un qualsiasi cliente.

Autore: -

I contenuti presenti su questa pagina web sono di proprietà di FirenzeDaBere, se non diversamente indicato. I contenuti, o parte di essi, possono essere utilizzati senza richiedere autorizzazione preventiva solo ed esclusivamente riportando la dicitura "tratto da www.firenzedabere.it" in calce ai contenuti. Inoltre, qualora i contenuti, o parte di essi, vengano riportati su una pagina web, la dicitura di cui sopra dovrà  essere corredata dal link alla pagina dalla quale sono stati prelevati i contenuti.

Condivi quanto scritto in questo articolo? Lascia un tuo commento personale

Inserisci Nome e Email. Dal tuo secondo commento la pubblicazione sara' automatica e in tempo reale. Per associare un avatar al tuo commento usa it.gravatar.com