Serata lounge bevendo qualcosa al Caffe’ La Torre
Autore: lorenzo | Data di Pubblicazione: 1 gen, 2008 Ora: 06:10 PM | Categoria: Locali | Leggi i Commenti

Venerdi’ sera abbiamo deciso in un minuto dove andare. Faceva freddo e cercavamo un posto non troppo animato dove poter fare quattro chiacchere e mettere giu’ le basi del programma di San Silvestro.Dato che ancora non erano scattate le fatidiche 24.00, ultimo treno per varcare non solo i limiti imposti dalla ZTL, ma anche per poter entrare sui nostalgici lungarni della riva sinistra del fiume, quelli che oramai di notte si fanno vedere solo da lontano

CONTINUA

Andiamo in auto direttamente verso il locale, e troviamo parcheggio a 50 metri, praticamente subito.

Il segno del passaggio della scure proibizionistica ha dato frutti rilevanti.

Anche il locale non e’ certamente strapieno.

Ci saranno state20 persone, tutte sedute ai tavolini, e durante la sera mai piu’ di 30 contemporaneamente.

enbsp;

Ricordo che in tempi precedenti, il Caffe’ La Torre era un punto di ritrovo classico nella vita fiorentina, stracolmo di gente, tanto che solo riuscire ad arrivare al bancone e prendere da bere era un’impresa non da poco.

enbsp;

Il Caffe’ si trova proprio in immediata vicinanza con la torre di Piazza Poggi, dalla parte opposta rispetto all’argine del fiume.

Lo si scorge subito per la verandina riscaldata collocata davanti all’ingresso del locale.

Si entra e ci si trova subito in un piccolo ambiente, buono solo per prendere da bere, con il bancone ad angolo e l’ingresso verso la parte piu’ interna.

enbsp;

Varcato questo, si giunge in una saletta per un terzo occupata da un grande bancone circolare, che sicuramente e’ stato pensato per la stagione primaverile ed estiva, dato che e’ stato collocato in modo da poter servire le bevande anche direttamente all’esterno attraverso una finestra presente nello spazio occupato dai barmen.

Beh, e’ vero pero’ che durante la stagione invernale quest’ultima soluzione rende al locale quel tono da ‘ripostiglio degli oggetti inutili’; cosa ovvia se si occupa mezza sala con un bancone vuoto e al buio. Davvero triste!!!

Alcune pareti sono rivestite da decorazioni riquadrate a mo’ di mattonelle che, a ben vedere, ci si accorge essere di carta e attaccate sulle superfici.

Scontato che me ne sono accorto per il fatto che molte di queste decorazioni avessero gli angoli rialzati dal degrado.

Ho visto altre foto del locale e ho capito che le decorazioni appena menzionate, vengono cambiate spesso e regolarmente.

La saletta e’ arredata da tavolini, sedie e divanetti scelti con cura ed un certo gusto. Di questo occorre fare complimenti.

C’e’ ancora una terza saletta, molto piccola a dire la verita’, buona per non piu’ di due o tre tavoli, o una decina di persone al massimo.

Il locale recentemente (ma neanche tanto) ha subito una ristrutturazione interna, che ha interessato tutte le superfici, pareti soffitti e pavimento, andando ad intervenire sui colori e sulle rifiniture. Adesso l’ambiente e’ decisamente lounge, con contrasti forti proposti sulla sala e sugli arredi.

Il gioco di luci creato dalle candele, alloggiate in bicchierini di vetro colorati, punta proprio ad enfatizzare l’eleganza della contrapposizione tra il nero pavimento e le chiare pareti, gli altrettanti neri e lucidi tavolini e le bianchissime e dal design accattivante sedie.

Ne risulta un ambiente piacevole e non eccessivamente borioso, sobrio ma allo stesso tempo curato.

Tutta un’altra storia rispetto ai ricordi passati, in cui il locale si vestiva di ‘tamarrici’ e quanto mai eccentrici colorazioni calde ed obsolete, tali da ricordare i vecchi vessilli arancio delle Ferrovie dello Stato.

enbsp;

(Per avere un quadro esauriente del precedente look del locale basta leggere una delle tante recensioni dei siti web nostri concorrenti, come al solito sempre aggiornatissimi endash; tono ironico).

Si beve non credo malaccio, poiche’ e’ un lounge bar. Anche il servizio al tavolo e’ curato e sopra la media degli altri locali cittadini. Niente di che; ma almeno il vino che avevamo ordinato ce lo hanno stappato davanti e servito in ballon di grandi dimensioni e non nego che, sul lucido tavolino nero, anche il tovagliolo di carta bianca che faceva da sottobicchiere rendeva.

Anche gli altri nostri compagni serata hanno preferito qualcosa di confezionato, per cui non mi posso esprimere sulle qualita’ di birra e cocktail.

I prezzi sono un po’ altini rispetto anche ai vicini Zoe eamp; Negroni.

Se per le bibite gassate e gli analcolici si resta sui 4 euro e per la caffetteria sui 2/3 euro endash; prezzi onesti – per una birra media si spendono 6 euro e per un cocktail 8 euro, se alcolico.

Anche sui vini i prezzi non sono bassi. Un passito (un assaggio) sono 4 euro, un rosso o un bianco 5/6 euro al bicchiere. Le bottiglie partono dai 16 euro per i bianchi e dai 20 euro per i rossi.

Il nostro Primitivo del Salento lo abbiamo pagato 24 euro, oggettivamente un po’ alto come prezzo.

Direi che a questi prezzi meglio un locale piu’ modaiolo ed entusiasmante, dovendo scegliere. Se poi il canovaccio della serata era quello di restare rilassati, allora e’ un altro discorso.

E’ sicuramente l’atmosfera giusta per un incontro te’te a te’te, soprattutto se romantico, con luce bassa dettata dalle flebili fiamme delle candele. La musica di sottofondo non e’ male, ma il volume alto mal si concilia con l’atmosfera, dando poco modo di parlare se non a stretto contatto.

Caffe’ La Torre endash; Lungarno Cellini, 65/r endash; zona Oltrarno endash; Firenze.
Per info: 055 680.643
Web site: www.caffelatorre.it

Voto: 6,5. Lounge Bar elegante e curato. Per incontri galanti.

Fel.

Quello che hai appena letto è un ARTICOLO INFORMATIVO, fatto di notizie e programmi; oppure è una RECENSIONE, scritta dall'Autore in piena autonomia e senza condizionamenti, fatta di opinioni e osservazioni che lo stesso Autore ha riscontrato partecipando all'evento (o avendo frequentato il locale) come un qualsiasi cliente.

Autore: -

I contenuti presenti su questa pagina web sono di proprietà di FirenzeDaBere, se non diversamente indicato. I contenuti, o parte di essi, possono essere utilizzati senza richiedere autorizzazione preventiva solo ed esclusivamente riportando la dicitura "tratto da www.firenzedabere.it" in calce ai contenuti. Inoltre, qualora i contenuti, o parte di essi, vengano riportati su una pagina web, la dicitura di cui sopra dovrà  essere corredata dal link alla pagina dalla quale sono stati prelevati i contenuti.

Condivi quanto scritto in questo articolo? Lascia un tuo commento personale

Inserisci Nome e Email. Dal tuo secondo commento la pubblicazione sara' automatica e in tempo reale. Per associare un avatar al tuo commento usa it.gravatar.com


*