Tanta gente riempe l’Oibo’ di Santa Croce
Autore: lorenzo | Data di Pubblicazione: 7 gen, 2008 Ora: 01:25 AM | Categoria: Locali | Leggi i Commenti

Come qualche tempo fa scriveva Obsession, indubbiamente la zona di Santa Croce ed in particolare l’asse Via dei Benci – Via Verdi rappresenta attualmente il fulcro della vita nottambula del Centro Storico di Firenze, per il numero di locali presenti e di conseguenza l’alto numero di avventori.
Nonostante la Z.T.L. notturna, il coprifuoco alcolico e la chiusura anticipata imposta ai locali.
Sabato sera abbiamo provato, dopo averne data un’occhiata in un aperitivo del Venerdi’, questo locale nuovo che va sotto il nome di Oibo’.

CONTINUA…

Partendo da casa, io e Andre – alias Trattino, gia’ Meri, fu… beh, non mi ricordo piu’ – avevamo deciso di indirizzarci proprio verso quella zona della citta’.
La scelta sarebbe caduta sull’Oibo’, appunto, sul Moyo o sul neonato Glamour, quest’ultimo locale per molti anni celebre sotto il nome di ‘Transilvania’.

Entriamo prima delle 24 – ricordo ancora che nel fine settimana gli accessi attraverso le porte telematiche sono vietati proprio dalle 00.00 alle 4.00 del venerdi’, sabato e domenica – e troviamo parcheggio in 5 minuti.
Il sabato e’ piu’ facile perche’ dopo la mezzanotte tanti posti auto, riservati ai residenti, diventano disponibili per tutti. Giriamo un po’ per Piazza Ghiberti, via dell’Agnolo e via Verdi finche’ non trovo posto in via Ghibellina. Poco piu’ di mezz’ora dopo per due nostre amiche sara’ impossibile parcheggiare, e si rifugeranno nel parcheggio sotterraneo ‘sotto La Nazione’.

Facciamo pochi passi e notiamo subito tanta gente che saltella tra un locale e l’altro, nonostante il freddo, nonostante la tipica pioggerellina d’Agosto, a Gennaio.
Imbocchiamo via de’ Neri e la percorriamo tutta fino a giungere davanti alla Loggia del Grano dove c’e’ l’Uffizi Center. Appena prima, sulla sinistra, un vicoletto (via Castello d’Altofronte) ci conduce al Glamour.

Diro’ poco perche’ poco ci siamo stati.
Il locale e’ stato completamente ristrutturato, in modo notevole e non solo superficialmente.
L’arredo e’ stupefacente e accattivante, proponendo qualcosa di nuovo e diverso nel panorama cittadino. Nella parte piu’ interna e’ stata anche ricavata un vera – e ripeto vera – area fumatori, con aspirazione e con tanto di dj consolle indipendente.Purtroppo ieri sera un compleanno under 15 (e non e’ un modo di dire) e un ambiente pressoche’ vuoto (anche se era appena mezzanotte) ci hanno spinto, e per meglio dire re-spinto, a ritornare al nostro primo approdo serale. Torneremo un’altra volta.

L’Oibo’.

Si ritorna e tanta gente e’ fuori dalla porta a bere e a fumare. Si entra e misuriamo palmo a palmo un localino molto minuto, non piu’ di un centinaio di metri quadri disponibili per i clienti.
Ha un tocco decisamente elegante e curato, con forti tonalita’ che si interpongono tra il castano delle finiture in legno, e l’arancio intenso fatto dal locale come colore caratterizzante.
L’ampia vetrata che da su via dei Benci – anche se al locale si accede da Borgo dei Greci – fa da vetrina al locale, e passandoci si e’ tentati fortemente di entrare.Qualche sgabello lungo i ripiani posti sul perimetro, e alcuni tavolini, sono l’arredamento molto stilizzato del locale. D’altro canto, il posto e’ poco e non sarebbe convenuto a nessuno riempirlo con divani ingombranti.

C’e’ un soppalco nel quale sono disposti non piu’ di 4 o 5 tavolini, ma niente di che.
Per bere si spende un prezzo congruo, che va dai 4 euro per gli analcolici, ai 5 euro per i distillati e le birre, ai 7 euro per un cocktail. Nel complesso, nella norma.

Sabato ho preso un Mai Tai fatto molto rapidamente ma con tutti gli ingredienti del caso, e alla fine non me ne sono pentito.

C’e’ tantissima gente che entra, prende da bere, ed esce dal locale. I barmen lavorano alacremente e di corsa preparano i cocktails. Non aspettatevi quindi effetti speciali o decorazioni da favola, ma nel complesso ci si puo’ adattare.

Il locale ha indubbiamente un’atmosfera molto festaiola, anche per merito della musica niente male proposta dal dj che seleziona i brani direttamente dalla consolle posta accanto all’ingresso.

La musica ha un volume alto se si pensa alla tipologia di locale, per cui parlare anche a breve distanza e’ molto difficile. L’effetto reso, tuttavia, non e’ niente male; tanto che viene naturale muoversi sui ritmi house-commerciali proposti.
La luce, poi, studiata bene in modo da rendere l’ambiente giustamente illuminato ma con quel tocco fashion, marchia l’Oibo’ e lo pone come valore aggiunto dell’intera area nottambula di Santa Croce.

La gente che frequenta il locale ha un’eta’ tra i 25 e i 30 anni, curata ma informale. Tutto sommato si va per bere qualcosa, parlare del piu’ e del meno, e volendo anche per conoscere. Ambiente buono per nuovi incontri, questo e’ indiscutibile.

A ben vedere, la zona di Santa Croce sembra proprio dividersi in due, tra via dei Benci – che va dalla Piazza al Fiume – con il Moyo e l’Oibo’ ed un pubblico sui 25/30 anni; e via Verdi – dalla Piazza verso il Centro – con i vari Kikuya, Red Garter e Twice ed un pubblico sui 20 anni.

Il vero neo, ma non solo dell’Oibo’, e’ che alle 1.30 hanno iniziato per gradi ad alzare le luci, e dopo un quarto d’ora hanno chiuso, obbligati dalle disposizioni comunali e dalle recenti sanzioni inflitte agli esercenti che non le rispettavano.

Naturalmente, trascorse le 2 di notte e chiusi i locali, la zona si e’ riempita di balordi che, bottiglie in mano, si sono impossessati della citta’.
Complimenti a chi ha queste grandi idee. Complimenti. Non si mette in dubbio la buona fede, quella mai, ma la capacita’ di risolvere i problemi…quello si’ (e senza offesa per nessuno).

Vai alla notizia sull’Oibo’ del 20 Novembre 2008

Oibo’ Cafe’ Ristorante – Via dei Benci, 53/r – Piazza Santa Croce – Firenze.
Per info: 055 26.38.611
Web site: www.oibo.net

Glamour Clubbing – Via Castello d’Altafronte, 14/r – zona Centro Storico – Firenze.
Per info: 055 23.81.008 oppure 329 820.88.42
Web site: www.glamourclubbing.it

Voto: 7. Se ce ne fossero di piu’ di Oibo’, Firenze sarebbe piu’ bella. Per bere senza annoiarsi.

Fel.

Quello che hai appena letto è un ARTICOLO INFORMATIVO, fatto di notizie e programmi; oppure è una RECENSIONE, scritta dall'Autore in piena autonomia e senza condizionamenti, fatta di opinioni e osservazioni che lo stesso Autore ha riscontrato partecipando all'evento (o avendo frequentato il locale) come un qualsiasi cliente.

Autore: -

I contenuti presenti su questa pagina web sono di proprietà di FirenzeDaBere, se non diversamente indicato. I contenuti, o parte di essi, possono essere utilizzati senza richiedere autorizzazione preventiva solo ed esclusivamente riportando la dicitura "tratto da www.firenzedabere.it" in calce ai contenuti. Inoltre, qualora i contenuti, o parte di essi, vengano riportati su una pagina web, la dicitura di cui sopra dovrà  essere corredata dal link alla pagina dalla quale sono stati prelevati i contenuti.

Condivi quanto scritto in questo articolo? Lascia un tuo commento personale

Inserisci Nome e Email. Dal tuo secondo commento la pubblicazione sara' automatica e in tempo reale. Per associare un avatar al tuo commento usa it.gravatar.com


*