TULATU’..Mi Piaci Tu!
Autore: lorenzo | Data di Pubblicazione: 25 Ott, 2008 Ora: 08:13 PM | Categoria: Locali | Leggi i Commenti

Ah, le gitarelle fuoriporta.. Il Fel, nel post precedente, ha voluto tracciare una bella road-map per chi ama trascorrere il weekend scappando dalla citta’ stile Billy Crystal nell’omonimo film.
Ma, parlamose chiaro… Secondo voi esistono viaggi piu’ belli di quelli che ‘la macchina e’ calda e dove ti porta lo decide lei?’
E allora parliamo, parliamo del turismo notturno.. Che non per forza e’ quello a tappe con la domanda ‘quanto?’,ma delle galoppate in cerca del posto nuovo, di tendenza, che torni a casa il mattino dopo alle sei senza quel tipico rimorso della serie’ma chi me lo ha fatto fare’..
E allora Calcinaia, ‘Boccaccio-zone’, Tulatu’: e fu subito feeling!

CONTINUA…

Il Tulatu’ e’ uno di quei posti che se lo senti nominare non te lo scordi. Probabile che a questo sia dovuta anche la scelta del nome. Fra di noi,per esempio, la stragrande maggioranza non lo aveva mai sentito nominare. Ma poi succede che l’amico Valerio fa questa proposta indecente poiche’ invitato ad un compleanno. Quando nomina la zona- Bientina, in un rapido flashback tornano alla memoria ricordi di gioventu’ e col classico effetto annebbiato di stile cinematografico dei ricordi, e mentre la mente viaggia all’eta’ che fu, esclamiamo all’unisono: ‘ma che e’, il Boccaccio?’ E invece no.

Qui si sono specializzati nell’entertainment notturno. Ora, non e’ ancora “Bientina, provincia di Las Vegas“, ma visto che hanno una bella zona industriale in questa zona della Toscana attigua a Pontedera, hanno ben pensato di renderla produttiva 24 ore su 24. Strateghi.

Il locale e’ sulla strada per il Boccaccio, un centinaio di metri prima venendo da Firenze.
Gia’ all’esordio si presenta bene. E’ chiaramente il frutto di una conversione industriale,ma fatta davvero in maniera egregia. Ampio parcheggio, ingresso molto agevolato ad un prezzo davvero concorrenziale: 10 euro in lista, non so fino a che ora abbiano validita’ le liste ma comunque e’ un bel biglietto da visita.

L’impatto col locale visto dal dentro e’ ancora piu’ entusiasmante. Il Tulatu’ vuole essere unico e presuntuosamente tale. Toni sullo scuro, tra il minimale e il Barocco con sprazzi di eccentricita’. Ai lampadari sfarzosi stile salotti ottocenteschi(ma a ben pensarci ce n’e’ uno simile nel soggiorno da mia nonna..), si contrappone l’inquietantissima presenza di bambole stile ‘Baby Mia’ denudate e poggiate su scaffalature e sul retro del banco bar. Non se ne intuisce il senso di tale arredo, ne’ l’obiettivo. Certamente colpiscono e creano un ricordo vivo del locale quasi quanto le gemelle di ‘Shining’, ma a mio giudizio piu’ che choccare artisticamente,lo fanno psicologicamente.
Io stesso tornando a casa mi e’ sembrato di vedere un bambolotto passeggiare sul mio soffitto , e non ero in crisi d’astinenza.

Ma torniamo al Tulatu’. Bello, vivace, scuro ma intenso. Il ‘foyer’ del locale probabilmente viene utilizzato per le cene (argomento che non posso affrontare poiche’ ignaro dell’effettiva gestione,ma comunque le fanno) ma nell’after dinner diviene un ampio e comodo spazio riservato ai fumatori. E quindi gia’ partiamo bene.

Subito dopo il guardaroba, e quindi il bar e la sala da ballo. Non immensa, ma abbastanza capiente. Dal punto di vista dei metri quadri effettivi del dance floor, siamo tranquillamente ai livelli del Meccano che fu. La pista inoltre e’ circondata da tavoli, ovviamente prenotabili e a quasi esclusivo appannaggio, quella sera, di compleanni. E inoltre, altra chicca,il soffitto e’ decorato con raffigurazioni che purtroppo nel buio non ho potuto decifrare ma che lo rendono molto coreografico.
L’atmosfera e’ davvero bella. La sensazione di agio, non facile in un locale da ballo, e’ quasi subitanea. Ma parliamo proprio di stare bene, non sentire addosso il peso della serata, della musica, della gente che ti circonda. Leggeri.


L’eta media e’ tra i 25 e i 30, e nel guardarsi attorno non trovi ne’ pseudovipparoli, ne’ ‘tamarri infighettati’ stile Costantinoefriends. E di questi tempi, e’ veramente una premie’re. Luci basse ma ben organizzate, bar non fornitissimo (niente Mai Tai, tanto per chiarire) ma comunque molta cordialita’ al banco.

Ma e’ sulla musica che qui ti fanno divertire. L’esordio della serata (noi siamo arrivati verso l’una) e’ affidato a due ottimi elementi,vocalist e dj, che fanno ben salire il livello adrenalinico della serata. La grande cosa e’ il Dj che fa il ‘disc jockey’. Che sembra banale ma non lo e’ affatto. Ovvero mixa, varia i suoni, miscela generi e musiche, propone e dispone revival e new entries con sapiente e ponderata mano. E tale livello sonoro tocca davvero punte di eccellenza con Francesco Follachi ( mi sono avvicinato a chiedergli il nome perche’ e’ stato bravissimo) che alla consolle si e’ sbizzarrito come meglio gli e’ venuto.. Tanto per citare una chicca, un mixage di ‘Show me love’ andante su ‘Maracaibo ‘ che ha dimostrato la sua abilita’ e che comunque collimava con quella del collega che lo aveva preceduto. Bravi davvero.

La nostra serata finisce verso le 3:30,salvo poi perdite di tempo varie ed eventuali come per ogni gita che si rispetti, e nel frattempo anche il resto del locale si e’ svuotato. All’uscita ci viene consegnato un regolare scontrino, cosa che fa sempre bene notare, e qui si conclude l’avventura in questa new Entry della season . Contenti e compiaciuti.
Il Tulatu’ quindi, da completo ‘Carneade’ che poteva essere, si presenta invece ai nostri occhi clamorosamente come il locale che ‘se fosse stato a Firenze ci saremmo andati una volta a settimana!’ Sembra che qui abbiano davvero cercato, con formule semplici, di dare ai ragazzi e alle ragazze che ormai delle loro gite scolastiche hanno solo foto (e non digitali) quello che realmente cercano in una serata: un sapiente mix di elementi che contribuiscono a creare la giusta atmosfera, quali musica ballabile ‘ma possiamo anche parlare’, spazi non immensi ma capienti, luci non ingombranti ma presenti, e una discreta selezione all’ingresso.

Certo, il non essere grandissimo ne’ a portata di mano ne deficitano le potenzialita’. Cosi’ come il non curare al massimo il bar, che visto il tipo di pubblico a cui si rivolgono dovrebbe fare la parte del leone. Ma non si puo’ aver tutto, da questo punto di vista ebbi difficolta’ maggiori persino in Capannina..
Ma riguardo il resto, meritano un plauso. Spero davvero che ci torneremo prima possibile.. Promossi. Senza dubbio.

Voto: 8.5

Obsession

Tulatu’ Disco-Dinner, Via di Mezzo 59, Calcinaia (PI)
Info e prenotazioni: 0587.48.82.37 – 338 93.32.482 – 392 98.93.706
Web site: www.tulatu.it

Quello che hai appena letto è un ARTICOLO INFORMATIVO, fatto di notizie e programmi; oppure è una RECENSIONE, scritta dall'Autore in piena autonomia e senza condizionamenti, fatta di opinioni e osservazioni che lo stesso Autore ha riscontrato partecipando all'evento (o avendo frequentato il locale) come un qualsiasi cliente.

Autore: -

I contenuti presenti su questa pagina web sono di proprietà di FirenzeDaBere, se non diversamente indicato. I contenuti, o parte di essi, possono essere utilizzati senza richiedere autorizzazione preventiva solo ed esclusivamente riportando la dicitura "tratto da www.firenzedabere.it" in calce ai contenuti. Inoltre, qualora i contenuti, o parte di essi, vengano riportati su una pagina web, la dicitura di cui sopra dovrà  essere corredata dal link alla pagina dalla quale sono stati prelevati i contenuti.

Condivi quanto scritto in questo articolo? Lascia un tuo commento personale

Inserisci Nome e Email. Dal tuo secondo commento la pubblicazione sara' automatica e in tempo reale. Per associare un avatar al tuo commento usa it.gravatar.com